Secondo quanto leggiamo da vari siti tra cui Rockol e 105.net nel corpo del famoso cantante Prince sarebbero state trovate alte dosi di Fentanyl. Egli è morto il 21 aprile 2016, e subito il primo referto aveva riferito un’overdose da oppiacei, ora invece si viene a conoscenza che nel suo corpo è stato trovato un quantitativo decisamente alto di Fentanyl, un farmaco a base di oppiacei cinquanta volte più potente dell’eroina, usato nel trattamento del dolore cronico e che ha causato la morte già di diverse star.




Il tossicologo Lewis Nelson, interpellato da Associated Press per rivelare le possibili cause della morte di Prince si è espresso così:

Un quantitativo così alto nel sangue è eccessivo anche per chi soffre di dolori cronici“.

La concentrazione di fentanyl nel sangue di Prince al momento della morte si aggirava intorno ai 68 microgrammi per litro: davvero alta, considerando che già 3 microgrammi possono risultare fatali. Inoltre, sempre secondo questo nuovo report, il cantante aveva nel fegato una concentrazione di farmaci pari a 450 microgrammi per chilogrammo




Le concentrazioni epatiche superiori a 69 microgrammi per chilogrammo possono già determinare casi di overdose ed essere fatali”.

Prince, pseudonimo di Prince Rogers Nelson , è stato un cantautorestatunitense, popolare soprattutto negli anni ottanta e novanta.

Il nome Prince deriva dal nome della band dove il padre suonava, ovvero i “Prince Rogers Trio“. La vena artistica del cantante di Minneapolis (che componeva, arrangiava, produceva, cantava e suonava i suoi lavori spesso in totale autonomia) lo ha portato a produrre continuamente nuovi brani, ma anche ad essere tra i pionieri della vendita on-line su Internet: infatti alcuni suoi prodotti sono acquistabili solo dal suo sito.