C’è chi l’ha apprezzato per la sua originalità e chi l’ha odiato per la sua diversità. Nel bene o nel male Romeo + Giulietta di William Shakespeare diretto Baz Luhrmann con protagonisti Leonardo Di Caprio e Claire Danes ha fatto parlare di sé. 

Il film, uscito negli Stati Uniti il 1 novembre 1996, è una rielaborazione in chiave postmoderna della celebre tragedia Romeo e Giulietta di William Shakespeare, di cui è il 10º adattamento sul grande schermo. 

Le vicende ricalcano quasi interamente quelle della tragedia shakespeariana, di cui sono ripresi fedelmente i testi e i dialoghi. Ciò che cambia drasticamente è invece il contesto, ambientato in epoca moderna; Verona diventa la moderna Verona Beach, le famiglie rivali dei Montecchi e dei Capuleti sono rappresentate come potenti imperi d’affari in guerra tra loro, e le spade sono sostituite dalle armi da fuoco.




La maggior parte del film è ambientata negli anni novanta in un sobborgo immaginario di Los Angeles chiamato Verona Beach. Il nome di questo luogo gioca sul fatto che a Los Angeles esiste realmente un luogo chiamato, invece, Venice Beach.

Come nel dramma, una breve parte del film è ambientata a Mantova, che qui viene dipinta come un’area desertica e desolata.

Verona Beach è il centro di una guerra sociale tra due famiglie leader nell’industria, i Montecchi (Montague) e i Capuleti (Capulet). Il Principe Escalus, invece di essere Principe di Verona, è il Capitano Prince, capo del distretto di Polizia di Verona Beach.

Paride qui non è un nobile, ma è il figlio del Governatore, e durante tutto il film parla in una maniera presuntuosa e altezzosa nei confronti di Giulietta e di suo padre. Egli vuole sposare Giulietta solamente per la sua ricchezza, non perché l’ama davvero.




Oltre alla modernizzazione dei personaggi, anche gli oggetti e i luoghi sono stati aggiornati ai giorni nostri. In primo luogo, le spade sono state sostituite da pistole con nomi romanzeschi tipo “Spada 9mm” o “Pugnale”. L’inseguimento di Tebaldo da parte di Romeo, invece di avvenire a piedi, avviene in macchina, e si concluderà col tamponamento delle due auto e l’uccisione di Tebaldo da parte di Romeo con la pistola del suo rivale. Benché la maggior parte delle lotte sia fatta con pistole e pugni, invece che con le spade, la morte di Mercuzio avviene per mano di Tebaldo che lo colpisce al ventre con un grande coccio di vetro trovato sulla spiaggia.

La “regina Mab” di Mercuzio qui diventa una droga sotto forma di pasticca che Romeo assume prima di andare alla festa dei Capuleti. Frate Lorenzo spedisce la lettera per Romeo a Mantova tramite un corriere postale.

La pellicola ha ricevuto anche una candidatura ai Premi Oscar 1996, come migliore scenografia.

Differenze con l’opera di Shakespeare

Trascurando la lettura in chiave moderna dell’opera di Shakespeare, ci sono alcune differenze con la tragedia originale:

    • La lite iniziale è partita da alcuni Montecchi, nell’originale, invece, è data inizio da alcuni Capuleti.
    • Abramo è un Capuleti mentre nell’originale è un Montecchi.
    • L’età di Giulietta non è mai affermata direttamente; mentre nell’originale viene detto che ha quasi 14 anni.
    • La Regina Mab descritta da Mercuzio nel suo discorso, nell’originale è una regina delicata e metaforica; nel film, invece, è stata tradotta sotto forma di una droga.
    • Nel film la pozione che fa addormentare Giulietta dura solo 20 ore, nell’originale dura 42 ore.
    • Romeo compra il veleno a Verona invece che a Mantova.
    • Nella versione originale, Romeo uccide Paride perché quest’ultimo tentò di fermarlo quando stava entrando nel sepolcro ove giaceva Giulietta. In questo film questa scena è stata totalmente omessa.
    • Nella scena della morte dei due amanti, Giulietta si risveglia mentre Romeo sta bevendo il veleno, così lui, sconvolto, muore tra le sue braccia. Nell’originale, lei si risveglia quando lui è già morto. Probabilmente, Baz si ispirò per questo finale alla versione novellistica italiana di Romeo e Giulietta.
    • Molti discorsi sono stati omessi. Ad esempio Giulietta, prima di uccidersi con la pistola di Romeo, non pronunzia verbo.
    • Nell’originale, Romeo nel sepolcro si rivolge anche al cadavere di Tebaldo, nella nuova versione, Tebaldo non c’è nemmeno nel sepolcro.




CURIOSITÀ

La maggior parte del film è stata girata a Città del Messico, ma alcune piccole parti sono state girate a Miami.

Una parte della scena del film in cui muore Mercuzio, è stata girata durante una vera tempesta che colpì la città distruggendo il set che, in seguito, dovette essere ricostruito.

Mentre veniva girata la scena alla stazione di benzina all’inizio del film, l’attore Dash Mihok che interpreta Benvolio, finì casualmente in mezzo al vero traffico (per giunta con una pistola in mano); la gente non sapeva che stessero girando un film, così molti pensarono si trattasse di una rapina.

Cast

Leonardo DiCaprio fu scelto immediatamente da Baz Luhrmann per interpretare Romeo, mentre la scelta di Giulietta fu un processo molto più lungo. Inizialmente il ruolo doveva essere interpretato da Natalie Portman, la quale si recò a Sydney per le audizioni. Dopo avere provato alcune scene, i produttori cominciarono a ritenere che fosse troppo giovane per quel ruolo; d’accordo con l’attrice, hanno ritenuto che Di Caprio fosse troppo più adulto di lei, e, nelle scene d’amore, risultava un distacco eccessivo.