Un brutto colpo per il reboot de Il Corvo, che perde il suo protagonista, Jason Momoa e il regista Corin Hardy.

Sembrava più fattibile che mai quest’anno, e invece niente da fare per il già annunciato reboot de Il Corvo, riadattamento odierno del celebre film del 1994 con Brandon Lee. La nuova versione della tragica storia di vendetta di Eric Draven sarebbe dovuta arrivare nelle sale nell’autunno del 2019 su distribuzione della Sony, ma come annuncia Deadline, Corin Hardy e Jason Momoa avrebbero entrambi deciso di abbandonare il progetto proprio questa mattina a causa di divergenze creative ed economiche con i produttori del film.

Qui l’annuncio su Instagram da parte di Jason Momoa:

Ho aspettato 8 anni per interpretare questo ruolo che sognavo. @corinhardy e @sonypictures vi voglio bene, ma sfortunatamente potrei dover aspettarne altri 8. Non era il nostro team. Ma giuro che lo farò. James O’Barr mi dispiace di averti deluso, non succederà sul prossimo. Questo film deve essere liberato. E ai fan. Scusate. Questo film e ha bisogno di amore. Sarò pronto quando sarà giusto.

 

Il fumetto di James O’Barr, pubblicato per la prima volta tra il 1988 e il 1989, era arrivata sul grande schermo con leggendario film omonimo diretto da Alex Proyas e interpretato dal compianto Brandon Lee (ucciso tragicamente sul set), che ha poi dato origine a una serie di quel decisamente meno popolari e riusciti come Il Corvo 2 – La città degli angeli (1996), Il Corvo – Salvation (2000) e Il Corvo – Preghiera maledetta (2005).

 

Fonte: https://deadline.com/2018/05/the-crow-jason-momoa-corin-hardy-exit-remake-sony-pictures-1202400772/