[lwlWidget cod=”58affc9992cde7d20c0f4154″]

Arriva sul grande schermo il film basato sul bestseller internazionale “The Circle” scritto da Dave Eggers, con protagonisti Emma Watson, Tom Hanks, John Boyega e Karen Gillan (con l’ultima partecipazione anche del recentemente defunto Bill Paxton).

Ci troviamo nella Silicon Valley, nella più grande azienda tecnologica-digitale del mondo: The Circle. Qui tutto è volto al progresso, in un ambiente moderno, lussuoso e sofisticato, abitato da dipendenti a loro agio nel promuovere una costante comunicazione veicolata dai social network e dalle tecnologie. Gli interni e i funzionamenti della grande Corporation ci vengono mostrati attraverso gli occhi di Mae (Emma Watson), giovane ragazza brillante trasferitasi da una piccola città di provincia e quindi vogliosa di fare carriera, anche per aiutare i suoi genitori, specialmente il padre, affetto da sclerosi.

«Conoscere è bene, ma sapere tutto è meglio». – Eamon Bailey

Inizialmente stregata dai meccanismi coinvolgenti di The Circle, volti ad abbattere ogni barriera che impedisca il livello di informazione mondiale e capitanati dal carismatico boss Eamon Bailey (Tom Hanks), Mae si inserisce appieno nella potente macchina dell’azienda, condividendone il potenziale e diventa pian piano una figura quasi di spicco, grazie alle sue idee e alla sua intraprendenza. 


Ormai pupilla di Eamon, Mae accetta perfino di essere la protagonista di un esperimento che la mette sotto gli occhi di tutto il mondo 24 ore su 24, grazie ad una piccola telecamera fissata su di lei, così da promuovere quella trasparenza totale che ognuno di noi dovrebbe avere. In seguito ad un grave incidente che la tocca sul personale, Mae comincia a capire le reali pericolosità del sistema e si trova a dover fare i conti con decisioni e mosse insidiose.

Film sulla distopia e thriller psicologico, The Circle offre spunti di riflessione importanti e soprattutto attuali, come possono essere quelli sul mondo delle grandi imprenditorie digitali (si pensi a Google o Apple oggi) e riguardo l’ormai sempre più stretto rapporto tra tecnologia e privacy e la loro linea di demarcazione. La prima parte del film risulta forse più interessante, con l’inizio dell’avventura di Mae nel The Circle e la sua descrizione. Alcuni punti proseguono poi con alti e bassi, facendo scendere un po’ il giudizio generale sul film, che, soprattutto nel finale, dopo che si sono scoperte alcune carte molto importanti, non riesce a tenere il ritmo avvincente da ‘thriller’.


Tom Hanks ottimo nel suo ruolo; il due volte vincitore dell’Oscar emerge in ogni scena e coinvolge. Un po’ meno promossa Emma Watson; l’interpretazione sicuramente è sufficiente, ma anche stavolta, come in altri suoi ruoli, si mostrano alcuni limiti dell’attrice inglese, soprattutto a livello espressivo.

“The Circle” vi asepetta dal 27 aprile nei cinema!