E’iniziata la Mostra del Cinema di Venezia con un lungo applauso in conferenza stampa e al termine della proiezione del film “Sulla mia pelle” di Alessio Cremonini. Il film, apertura del concorso di Orizzonti, che abbiamo visto in anteprima ripercorre gli ultimi 7 giorni di vita di Stefano Cucchi morto il 22 ottobre durante la custodia cautelare.




 

SULLA MIA PELLE





Molti consensi per il protagonista Alessandro Borghi, al regista e al cast con Jasmine Trinca nel ruolo della sorella Ilaria e Max Tortora. Cremonini ha spiegato come la sceneggiatura e il film siano frutto di un lungo e profondo lavoro.

“Abbiamo studiato diecimila pagine di verbali. Lo abbiamo fatto con grande umiltà e senso francescano cercando di capire senza pregiudizi. Abbiamo cercato di capire – ha aggiunto – lo stato d’animo di una persona leggendolo da un verbale o ascoltando una fredda testimonianza, far diventare le carta carne come la prova di pestaggio di Stefano Cucchi che è avvenuto sul suo corpo. Molto studio e confronto di diverse opinioni. Speriamo che questa storia arrivi ovunque”.

Il film uscirà il 12 settembre.