Uno dei capolavori comici di Carlo Verdone è sicuramente “Viaggi di Nozze”, film del 1995 con l’esordio di Claudia Gerini. Ecco alcune curiosità legate al quattordicesimo film di Verdone alla regia:

Viaggi di nozze fu il risultato di un’intuizione di Verdone, che voleva ripresentare i suoi personaggi principali rivisti e corretti, maturati e con mogli al seguito. Il personaggio di Ivano, in particolare, nacque con lo scopo di portare sul grande schermo i coatti del tempo.

La battuta “O famo strano” è nata perché, negli anni ’90, a Carlo Verdone era capitato di sentire in giro la frase “me sento strano”. Un piccolo riadattamento ha fatto sì che quel modo di dire diventasse un vero tormentone.

La scena dove Ivano e Jessica fanno il bagno all’aquafan, girata a Tivoli, è nata casualmente da un’idea di Carlo Verdone e Claudia Gerini. Secondo il copione originale, che prevedeva Tarquinia come set, Jessica doveva restare nuda mentre prendeva il sole; ma poiché nei paraggi vi erano diversi paparazzi ed inoltre stava per cominciare a piovere, Carlo e Claudia s’innervosirono e in poco meno di un’ora impostarono insieme la scena inserita poi nel montaggio definitivo. Lo stesso Verdone ha dichiarato come Claudia si fosse divertita nel girare questa scena e di come Rita Cecchi Gori fosse contraria riguardo a questa modifica improvvisa.




Subito dopo la scena del tuffo in piscina di Ivano, Verdone si ruppe la colonna vertebrale e per questo fu operato.

Il film all’epoca dell’uscita incassò oltre 30 miliardi di lire, risultando campione d’incassi assoluto nella stagione 1995/1996 davanti a Pocahontas e il cinepanettone Vacanze di Natale ’95.

Nel film vengono citati da Ivano e Jessica tanti nomi di band e cantanti, tra cui i Nirvana, i Megadeth, Santana, i Pearl Jam e Courtney Love.




Per circa nove anni a Claudia Gerini, che interpretava Jessica Sessa, fu chiesto di interpretare ruoli comici, mentre i bambini per strada le chiedevano di rifare le battute di Jessica.

L’ultimo aneddoto su Viaggi di nozze riguarda il grande Alberto Sordi che, lungimirante, dopo aver visto il film, chiamò Verdone e gli disse: “Quella Gerini è una forza della natura, che siete voi due, mamma mia!”.

Alberto Sordi ha portato davvero fortuna al film visto ancora oggi si conferma il successo del film.