Un classico sia del cinema che della letteratura americana, cogliamo l’occasione della messa in onda di questa sera in televisione (ore 21.10 su Paramount Channel) per leggerci qualche curiosità sul film L’ultimo dei Mohicani.

La celebre pellicola uscita nel 1992 è tratta dall’omonimo romanzo scritto nel 1826 da James Fenimore Cooper, ma si ispira principalmente alla sceneggiatura di altri due film usciti in precedenza, del 1920 e del 1936.

Il film del ’92 ha come protagonista il tre volte premio Oscar Daniel Day-Lewis, ma è diventato famoso anche per la sua colonna sonora, che gli valse un premio come Miglior Sonoro agli Oscar del 1993 e una nomination alla miglior colonna sonora ai Golden Globes.




Le differenze con il romanzo

Come detto L’ultimo dei Mohicani è tratto da un celebre romanzo scritto da James F. Cooper nel 1826, il quale racconta una storia del 1757. Nonostante la trasposizione cinematografica sia molto fedele al romanzo ci sono piccole differenze. Innanzitutto la storia d’amore principale nel romanzo è tra il maggiore Heyward e Alice, la figlia minore di Munro. Mentre nel film Nathan e il militare si contendono l’amore di Cora, la figlia maggiore del colonello.
Un’altra differenza sostanziale è nella vendetta di Magua. L’indiano nel film uccide l’odiato generale Munro, ma nel romanzo ciò non avviene.

L’interpretazione di Daniel Day-Lewis

L’attore americano (3 volte premio Oscar come migliore attore) è famoso per calarsi totalmente all’interno del suo personaggio. Naturalmente anche ne “L’ultimo dei Mohicani” ha attuato la sua incredibile capacità di immedesimazione. L’attore infatti, qualche mese prima dell’inizio delle riprese, decise di vivere nei boschi come un selvaggio. Lewis cacciò e pescò per sostentarsi. Leggenda vuole anche che non accettò nessun tipo di cibo se non quello procacciatosi da solo.




La cura per gli oggetti di scena 

Durante la produzione del film, molta cura è stata presa per realizzare i costumi e gli oggetti di scena. Daniel Winkler ha costruito manualmente tutti i tomahawk, mentre Randall King tutti i coltelli. Wayne Watson è il creatore del fucile di Nathan utilizzato nel film. La mazza di Chingachgook è stata fatta da Jim Yellow Eagle, mentre il tomahawk di Magua da Fred A. Mitchell.

La musica

La colonna sonora è forse diventata ancora più celebre del film stesso. Il merito è quasi tutto dovuto al grande compositore Trevor Jones. Purtroppo, per dissidi interni alla produzione e per i grandi tagli che “L’ultimo dei Mohicani” affrontò non si poté richiedere la sua totale collaborazione e così fu affiancato da Randy Edelman. Gli autori così diventano due e l’Oscar per la miglior colonna sonora, che praticamente era già vinto, fugge via.