Chi è cresciuto negli anni 90 non può non aver avuto in giro per casa o per la propria cameretta uno di questi mitici oggetti.

Erano gli anni del cruciverbone di Non è la Rai, del tormentone di Ciro, lo scherzo telefonico fatto a Sandra Milo, gli anni delle serie di culto I segreti di Twin PeaksBeverly Hills 90210.




Negli anni 90 la tecnologia si evolve, il potere dell’immagine aumenta e gli stili cambiano. Chi ha vissuto in quegli anni non può non aver avuto in casa uno di questi 10 oggetti.

Il compact disc

compact disk
Gli anni 90 furono gli anni del passaggio dall’audiocassetta al cd. Il rivoluzionario supporto entra gradualmente nella vita di tutti i giorni grazie ad una massiccia diffusione nei negozi di musica. Con il cd rom si diffonde anche il Walkman si evolve trasformandosi in cd player portatile. Un oggetto pesante che per esser utilizzato al meglio non doveva esser mosso, o saltava la canzone ogni due per tre.

Il tamagotchi

By Tomasz Sienicki (Own work) [GFDL (http://www.gnu.org/copyleft/fdl.html), CC-BY-SA-3.0 (http://creativecommons.org/licenses/by-sa/3.0/) or CC BY-SA 2.0 (http://creativecommons.org/licenses/by-sa/2.0)], via Wikimedia Commons

Il pulcino virtuale da accudire diventa il tormentone dell’ultima metà degli anni 90. L’animaletto virtuale necessitava di luce, cibo, acqua e sonno, pena: la morte. Un tormentone che accompagnò l’infanzia e l’adolescenza di molti ragazzi degli anni 90.

I film a noleggio di Blockbuster

Blockbuster

I sabato sera erano le serate Blockbuster: si usciva e si andava a noleggiare un film da Blockbuster arrivando in cassa sperando di non aver penali da saldare per ritardi nella riconsegna dei noleggi precedenti.




 

La scatola di dolcetti Quality Street

caramelle

Alzi la mano chi non ha mai avuto in casa la scatola fucsia e bianca di dolcetti assortiti Quality Street. Spesso regalati dalla zia o dall’ospite di turno, una volta finiti i dolcetti, la scatola diventava comodo raccoglitore di fili, aghi, altre caramelle o minuterie varie.

La lavalamp

lampade fluo lava

Oggetto ipnotico dal design opinabile, la lavalamp accendeva le atmosfere di casa grazie da masse di cera colorata che fluttuano in un liquido trasparente all’interno creando giochi di luci e ombre lenti e rilassanti.

Il telefono a tasti Pulsar della Sip

 

By Incola (Own work) [CC BY-SA 3.0 (http://creativecommons.org/licenses/by-sa/3.0)], via Wikimedia Commons

Nelle case più moderne iniziavano a comparire telefoni a tastiera. Tra i primi, il Pulsar della Sip. Oggetto tecnologicamente avanzato ed esteticamente evoluto rispetto al telefono a rotella degli anni 80




 

Le maglie della Onyx

Per esser alla moda, nel guardaroba femminile non potevano mancare le maglie della Onyx. Una marca di riferimento delle tendenze anni 90

Il modem 56k

Con i primi computer e le prime connessioni a internet, immancabile il modem a 56k che ci allietava con la tipica colonna sonora da modem ogni volta che lo si connetteva alla rete

Startac & Co.

E insieme alle prime ore passate online, facevano la loro comparsa in casa anche i primi telefoni cellulari. piccolissimi Startac, indistruttibili Nokia, evolutissimi Ericcson. Altro che smartphone!

Gli 883

Era il 1992 quando nelle nostre case, almeno una volta, sono stati ospiti gli  883 con il  loro tormentone Hanno ucciso l’uomo ragno.