Testa rasata e tatuaggi ovunque. I tempi in cui Jamie Bell danzava alla sbarra nei panni del giovane Billy Elliot, film nominato all’Oscar quasi 20 anni fa, sembrano lontanissimi.




L’attore inglese, che è stato di recente Bernie Taupin in “Rocketman”,si è completamente trasformato per diventare Bryon Widner, neo-nazista protagonista del film “Skin” di Guy Nattiv, presentato in questi giorni al Festival del Film Americano di Deauville e non ancora arrivato in Italia. Per entrare nella parte del naziskin Widner, Bell ha dovuto lavorare duramente, tra allenamenti in palestra, diete ingrassanti, fino a prendere almeno 9 chili e sessioni di make-up per farsi dipingere la pelle e replicare così i numerosi tatuaggi del suo personaggio.

(fonte: tgcom.it)