Nella notte tra domenica 19 e lunedì 20 gennaio si sono tenuti i SAG Awards 2020, il riconoscimento assegnato annualmente dalla Screen Actors Guild per le migliori interpretazioni degli attori membri della stessa associazione. 




Tra il gruppo di attori vincitori della serata, figurano Brad Pitt e Jennifer Aniston, lui premiato come miglior attore non protagonista per C’era una volta a… Hollywood e lei, più inaspettatamente, come miglior attrice protagonista in una serie drammatica per The Morning Show. L’ex sfavillante coppia di Hollywood sembra aver trovato armonia, come già avevano testimoniato alcuni sguardi ai precedenti Golden Globe. 

I due, questa volta, sono stati anche immortalati nel backstage, dove, tra abbracci  congratulazioni, hanno festeggiato la doppia vittoria.

 




Per Jennifer Aniston questo è il secondo riconoscimento ai SAG Awards a fronte di 11 nomination in quasi 25 anni. Nel 1996 l’attrice aveva portato a casa una statuetta insieme al cast di Friends, ma questo premio, vinto in solitaria, ha sicuramente un valore maggiore. 

“Stavo ripensando a quando ero una ragazzina e registravo Laverne & Shirley e Happy Days” ha svelato la Aniston durante il discorso di ringraziamento. “Pensavo ‘Un giorno lo farò anche io. Sapevo che sarei uscita da questa casa. Viglio ringraziare le mie colleghe, le vostre performances mi hanno ispirato per anni e mi sento come se fossimo cresciute insieme.”

Ecco il momento della premiazione e del suo discorso:

Brad Pitt invece sta continuando la sua scalata fortunata verso i Premi Oscar grazie al suo ruolo dello stuntman Cliff Booth nel film di Quentin Tarantino.

Tra gli altri vincitori della serata figurano il cast di Parasite (che ha segnato la storia dei SAG essendo il primo film in lingua non inglese a vincere il premio per il miglior cast), poi Renée Zellweger  per “Judy”, Joaquin Phoenix per “Joker”, Laura Dern per “Storia di un matrimonio”, Sam Rockwell e Michelle Williams per la serie tv “Fosse/Verdon”, il cast di The Crown e La fantastica signora Maisel e Peter Dinklage  per “Il trono di spade”.