Ecco una lista di cantanti che sono scomparsi dalle scene dopo una sola canzone.

HADDAWAY




Haddaway, nome completo Alexander Nestor Haddaway  è un cantante trinidadiano.

Ha raggiunto i vertici delle classifiche europee all’inizio degli anni novanta grazie al grande successo del singolo What Is Love. In seguito ha proseguito la carriera di artista di musica dance pubblicando svariati album e singoli.

Negli anni seguenti il cantante ha fatto uscire numerose raccolte e anche alcuni album di inediti, passati tuttavia inosservati al grande pubblico.

Haddaway è apparso al Comeback reality television show in Germania nel 2004, poi in uno show inglese simile, Hit Me Baby One More Time, nel 2005, e successivamente nella versione americana dello stesso. Nel 2008 torna a cantare nel singolo I Love the 90’s, prodotto insieme a Dr. Alban, altro personaggio storico della Eurodance. Ha fatto un’apparizione anche in Italia, durante la puntata di Matricole & Meteore, trasmessa da Italia 1 l’11 febbraio 2010. Nello stesso anno pubblica You Gave Me Love. Nel 2011 esce Thing Called Love, in collaborazione con il dj austriaco Wolfram. Il 14 ottobre 2011 canta What is love nel programma televisivo I migliori anni, su Rai 1.




CORONA

Corona sono un gruppo musicale eurodance italiano, composto dalla frontwoman Olga Maria de Souza e dal produttore Francesco “Checco” Bontempi (conosciuto anche come Lee Marrow), che raggiunse un successo internazionale nel 1993 con le hit The Rhythm of the Night e Baby Baby. Dopo il secondo disco, Bontempi abbandonò il gruppo, e fu sostituito da Francesco Conte e Paolo Dughero.

Il primo singolo del gruppo Corona fu The Rhythm of the Night, pubblicato nel novembre del 1993 e interpretato da Jenny B, che ottenne un enorme successo diventando il singolo più venduto del 1994 in Italia. I singoli successivi dei primi due album furono interpretati da Sandy Chambers.




Nel 1998 i Corona pubblicarono l’album Walking On Music, che fu anticipato dal singolo The Power of Love e che venne seguito dagli altri singoli Walking On Music (hit dell’estate 1998) e Magic Touch. A causa del calo d’interesse verso la musica eurodance, della quale i Corona furono una delle principali esponenti, l’album non riscosse successo come quello predecessore. Checco decide di abbandonare i Corona, successivamente il gruppo cambiò nome in Corona X e nel 2000 pubblicò soltanto per il mercato brasiliano un altro disco, And Me U, distribuito dalla Abril Music, che spaziò in diversi generi musicali e dal quale venne estratto un solo singolo, Good Love.

Nel 2004 Olga de Souza incise il brano A cor dos teus olhos, in portoghese e di genere bossanova, che fu incluso nella compilation Brazil 5000-3, e distribuito in tutto il mondo dalla 5000records.

Nel 2005 iniziò la collaborazione con la Shake Records, e nel gennaio 2006 i Corona riemersero sulla scena musicale europea col singolo dance pop Back in Time, che raggiunse la posizione numero 36 nella classifica italiana dei singoli. Seguì lo stesso anno l’uscita di I’ll Be Your Lady e nel settembre 2007 La playa del sol.

Nel 2010 i Corona ritornarono sulla scena musicale con l’album Y Generation e il singolo Angel, seguito da Saturday nello stesso anno e da My Song nel 2011.




JALISSE

I Jalisse sono e saranno sempre ricordati per la loro partecipazione e vittoria nel 1997 al Festival di Sanremo con la canzone “Fiumi di Parole”.
La loro fu una delle vittorie con più polemiche della storia della manifestazione.
Due perfetti sconosciuti con alle spalle un’etichetta indipendente e con una canzone che ricordava molto ‘Listen to Your Heart‘ dei Roxette.




I Jalisse continuano a suonare senza però riscuotere successo in Italia. Il duo ha cominciato a girare il mondo, con date di discreto successo negli Stati Uniti, in Canada, in Russia e in Cile.

MAURO REPETTO 




Ed infine chiudiamo con Mauro Repetto spalla di a Max Pezzali co-fondatore degli 883 nel 1989.
Repetto, oggi manager di Disneyland Paris, ha salutato il produttore  tempo fa di Barbara D’Urso che negli anni ’90 scoprì e lanciò il duo musicale con queste parole: “Con noi hai fatto la differenza, sei un visionario, grazie Claudio”.
Cecchetto si è poi espresso così sul ruolo di repetto negli 883:
“All’inizio Mauro faceva finta di suonare la chitarra ma gliel’ho sconsigliato fin da subito: si vedeva troppo che stesse fingendo. Quindi lo invitai a ballare sul palco intorno a Pezzali. Evidentemente, ha funzionato”