Quanti casi conosciamo di artisti diventati famosi per un brano, massimo due. Brani che hanno fatto la storia, ma comunque firmati da autori dimenticati. E’ quello che è successo a Rick Astley, cantante che raggiunse la fama alla fine degli anni’80 con due brani: Never Gonna Give You Up, del 1987, e Together Forever dell’anno successivo. Il suo vocione soul/dance fece incetta di cuori per un breve periodo, poi negli anni Novanta cambiò genere e non fu seguito come prima.

Facciamo prima un passo indietro: Rick nasce a Newton-le-Willows il 6 febbraio 1966. Never Gonna Give You Up fu registrato il giorno di Capodanno del 1987, e rilasciato otto mesi più tardi. La voce profonda di Astley combinata con la dance-pop, ha creato un successo immediato. La canzone è stata in cima alla classifica in altri 24 paesi oltre l’Italia, tra cui gli Stati Uniti, Australia e Germania.”Never Gonna Give You Up” ha vinto miglior singolo britannico ai 1988 ai premi Brit Adwards. Il bel cantante inglese è quindi una vera macchina da soldi per la casa discografica. Infatti, all’epoca insieme a Madonna, Milly Vanilly, Mc Hammer erano ovunque trasmessi dalle radio. Esattamente come Simon Le Bon dei Duran Duran, è stato un idolo per le adolescenti di allora. Dopo i successi di Whenever You Need Somebody (1987) e Hold Me in Your Arms (1988), nel 1991 Astley si stacca dal trio produttivo per pubblicare Free, che contiene “Cry for help”. Il lavoro successivo, Body And Soul, viene realizzato nel 1993. Dopo una lunga pausa di nove anni, riemerge nel 2002 con Keep It Turned On, seguito dal disco Portrait. Nell’aprile 2008 esce invece The Ultimate Collection: Rick Astley. Nel 2016 ha pubblicato un nuovo album , 50, che incredibilmente per noi qui in Italia che ci arriva molto meno, è arrivato alla prima posizione nel Regno Unito diventando quindi “disco d’oro” con più di 100.000 copie vendute.

 

Insomma, Rick se la cava forte ed è ancora in forma smagliante senza aver perso fascino. Anzi, a differenza di molti colleghi, ora forse sta meglio di 40 anni fa. Recentemente sul proprio canale YouTube ufficiale Rick Astley ha reso disponibile una clip che lo vede intento a cimentarsi in una cover “casalinga” di “Everlong”, brano dei Foo Fighters in origine pubblicato nel secondo album della band capitanata da Dave Grohl, “The Colour and the Shape” del 1997 (Vi lasciamo il video qui sotto). Comunque è giusto affermare che Rick passerà alla storia per essere l’autore di uno dei singoli di maggior successo degli anni ’80.