Commando è un film del 1985 diretto da Mark L. Lester, con protagonista Arnold Schwarzenegger. Il film è diventato, nel corso del tempo, un vero e proprio cult degli anni ottanta e considerato, da parecchi, uno dei migliori lavori di Schwarzenegger insieme a Terminator.

Molto buoni gli incassi al botteghino e la risposta del pubblico: con un il budget di circa 9 milioni di dollari, riuscì ad incassarne a livello globale 58 milioni. Anche la critica lo accolse bene, rimanendo colpita dell’incredibile mix di azione e comicità.

Lo sceneggiatore Jeph Loeb afferma che il film è stato originariamente concepito con un ruolo ‘su misura’ per Gene Simmons (che rifiutò la parte), e più tardi è stato sceneggiato nell’ottica di far interpretare a Nick Nolte il ruolo principale nei panni del membro fuori forma di un commando che stenta con gli sforzi richiesti dalla missione. Walter Hill partecipò in un primo tempo al processo di lavorazione.

La trama originaria prevedeva un agente israeliano delle forze speciali e del Mossad, stanco della morte e della distruzione che continuano nel Medio Oriente. Per questo lascia l’Israele ed emigra negli Stati Uniti, dove è costretto a rinunciare al suo pre-pensionamento volontario dopo il rapimento di sua figlia. Lo script venne modificato e adattato ulteriormente quando venne ingaggiato Schwarzenegger; alcuni dei dialoghi originali figurano nelle scene cancellate in cui Matrix dice di pentirsi delle sue azioni passate.




Trama

John Matrix è un ex colonnello dei Marines che finalmente è riuscito ad ottenere il congedo ed ora non fa altro che vivere serenamente con la propria piccola figlia di 10 anni. John si è costruito una casa sulle montagne per riuscire a godere di quella tranquillità che gli è mancata per tutta la vita. Mentre il colonnello vive in modo confortevole, qualcuno lo tiene sott’osservazione e sta dando la caccia a tutti coloro che facevano parte della sua squadra speciale. John viene avvisato di quest’eventuale pericolo dal suo ex generale, ma tuttavia non riesce ad impedire che la sua scorta di guardie venga uccisa e che la sua piccola figlia venga rapita. A questo punto, John Matrix non riesce più a controllare la sua furia e dopo essersi ripreso decide di imbracciare le armi per riprendersi la propria bambina. Tuttavia, i criminali, guidati da un suo ex compagno di squadra di nome Bennett, lo ricattano e gli dicono che se non porterà a termine l’assassinio di un dittatore, uccideranno la piccola prima che lui possa fare qualsiasi mossa. A questo punto, il colonnello non può far altro che accettare questo compromesso. Ad ogni modo, John cercherà di trovare un escamotage che gli permetterà di riabbracciare la figlia e vendicarsi degli uomini che gli hanno fatto del male.

Il film è uscito nelle sale statunitensi il 4 ottobre 1985 mentre in Italia il 31 gennaio 1986.

Oltre a Schwarzenegger (all’epoca già una vera star grazie ai lavori con Conan e Terminator) sono presenti altri attori molto famosi come Alyssa Milano (interprete della figlia di John Matrix), Bill Duke, Rae Dawn Chong, Dan Hedaya e Bill Paxton. Le musiche sono state realizzate dal compianto maestro James Horner mentre la fotografia è stata curata da Matthew Leonetti.