Su Internet è spuntata una rara foto che ritrae Freddie Mercury nel 1988, periodo nel quale aveva scoperto di essere malato di AIDS. Lo scatto, che potete trovare in fondo all’articolo, è stato condiviso da una sua fan dell’epoca, la fortunata Helen, una delle pochissime ad aver incontrato il frontman dei Queen in quel periodo.

L’immagine è stata condivisa dall’account Freddie Mercury Club, che ha ringraziato la fan e ha riportato il suo racconto: “Freddie e la fortunatissima fan Helen a Londra, 1988. Ecco la bella storia dietro questa foto raccontata dalla stessa Helen”.



“La foto di me che tengo stretto Freddie con la mano sul petto è stata scattata il 13 luglio 1988. Noi (io e due amici) eravamo fuori casa di Freddie, quando lui uscì dall’abitazione per salire nella macchina che lo aspettava, insieme a Mary e Peter Straker. Io avevo un disegno incorniciato che avevo fatto di Freddie, Mary e Montserrat Caballe, così l’ho chiamato e gli ho detto: “Freddie! Ho un piccolo regalo per te!”

Lui si fermò e aspettò. Mary e Peter erano già saliti in macchina. Gli ho consegnato il disegno, mi sono dimenticata tutte le cose che volevo dirgli mentre i suoi bellissimi occhi guardavano i miei! Aspettava che io parlassi, ma avevo quasi dimenticato l’uso della parola! Credetemi, quegli occhi sono molto più belli e inquietanti di quanto QUALSIASI foto può mostrare! Alla fine ho detto: “Ho disegnato questo per te!” Dopo aver preso il disegno in mano, mi ha risposto: “Oh, che bello! Hai messo anche Mary qui!” Poi le ha mostrato il disegno attraverso il finestrino dell’auto e lei mi ha sorriso. Ho chiesto se potevo farmi scattare una foto e lui ha risposto: “Certo”. Gli ho messo il braccio intorno alla vita e ho avvicinato l’altra mano al petto, prima di dirgli: “Ti dispiace se…..? Lui ha alzato le sopracciglia scure e con gli occhi divertiti mi ha detto: “OK!” Così ho messo la mia mano sul suo petto caldo e ho appoggiato la testa sulla sua spalla. Ho cercato di descrivere il modo in cui mi sono sentita nelle poesie del mio Tribute mag Fairytales Of Yesterday, ma in realtà il sentimento era al di là delle parole, era al di là di tutto, e troppo vicino alle lacrime. La foto è stata scattata, e anche i miei amici hanno avuto modo di farsene una con lui. È salito in macchina con un altro “grazie” e non sono riuscita a fermare le lacrime che mi rigavano le guance mentre salutavo con la mano. Lui si è voltato sul sedile per mostrare il disegno a Maria, e anche lei mi ha salutato con la mano”.

P.S. Ogni volta che leggo questa storia mi immagino inevitabilmente lì a guardare quegli occhi di una bellezza inquietante mentre poggio la mia testa sulla sua spalla con le lacrime negli occhi…. e solo il pensiero di tutto ciò mi fa battere il cuore così velocemente che mi sento svenire….

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Freddie & extremely lucky fan Helen in London, 1988 ❤ . Here’s the beautiful story behind this photo told by Helen herself: . “The photo of me holding Freddie close with my hand on his chest was taken on July 13th 1988. We (two friends and I) were outside Freddie’s house when he came out to the waiting car, with Mary and Peter Straker. I had a framed drawing which I had done of Freddie, Mary and Montserrat Caballe so I called, “Freddie!! I have a little present for you!” He stopped and waited. Mary and Peter were now in the car. I handed the drawing to him, and I almost forgot what to say when his beautiful eyes looked into mine! He waited for me to speak but I had almost forgotten how to!! Believe me, those eyes are far more beautiful and disturbing than ANY photo can show!! Eventually I said, “I’ve drawn this for you!” He held it and said, “Oh lovely! Super! You have Mary on there, too!” And he showed it to her through the car window and she smiled at me. I then asked if I could have my photo taken with him and he replied, “Of course.” I put my arm around his waist, and then waved my other hand near his chest and said, “Do you mind if I…?” He raised his dark eyebrows and his eyes twinkled with amusement as he replied, “OK!” So I put my hand on his warm chest and rested my head on his shoulder. I have tried to describe the way I felt in the poems in my Tribute mag Fairytales Of Yesterday but really the feeling was beyond words, it was beyond everything, and too near for tears. The photo was taken, and my friends had their photos taken with him, too. He got into the car with one more “Thank you” and I couldn’t stop the tears from springing to my eyes as I waved goodbye. He turned around in his seat to show the drawing properly to Mary, and she waved, too.” . 👉P.S. Every time I read this story I inevitably imagine myself there looking into those disturbingly beautiful eyes resting my head on his shoulder with tears in my eyes…and just the thought of all that makes my heart beat so fast that I feel like fainting…❤ . 📷📝 Thanks to my good friend @old_fashioned_girl_ for sharing this photo and caption 🙏 . #FreddieMercury #luckyfan

Un post condiviso da Freddie Mercury (@freddiemercuryclub) in data:

Un reperto unico per Helen, che in questo momento rappresenta tutti i fan che hanno amato e ancora amano il leggendario cantante dei Queen.