“Il Traditore” di Marco Bellocchio con protagonista Pierfrancesco Favino nei panni di Tommaso Buscetta sta conquistando tutti. Dopo l’acclamazione ricevuta al Festival di Cannes (purtroppo senza premi però), la pellicola sta facendo registrare ottimi incassi al cinema; uscito il 23 maggio, si è posizionato al secondo posto del Box Office, con un incasso totale di 1.445.295 € e un’ottima media per copia di 3.793 €. Meglio di lui solo Aladdin, il live-action della Disney che vola dopo questo week-end a 6.390.817 €.

Il film, probabilmente uno dei più belli di quest’anno, racconta del primo grande pentito di mafia, l’uomo che per primo consegnò le chiavi per avvicinarsi alla Piovra, cambiando così le sorti dei rapporti tra Stato e criminalità organizzata. L’interpretazione di Favino è eccezionale e il film scorre benissimo nonostante i suoi 148 minuti di durata.

In città come Roma e Milano “Il Traditore” è andato addirittura sold out, e per soddisfare la domanda del mercato, 01 Distribution ha aumentato le sale in corsa durante il weekend, passando così a un totale di 381 copie su tutto il territorio.

Prodotto da Ibc Movie, Kavac Film e Rai Cinema, la pellicola è stata venduta in oltre 24 paesi del mondo, tra cui gli Stati Uniti, dove i diritti per la distribuzione sono stati comprati dalla Sony Pictures Classics.




“L’interesse di una Major americana come Sony per un film italiano è motivo di grande prestigio e non è così frequente per il nostro cinema – commenta Paolo Del Brocco, amministratore delegato di Rai Cinema – questa acquisizione prefigura per Il Traditore una distribuzione ampia e profonda in tutto il territorio degli Stati Uniti”.

“Un dato di partenza eccezionale che dimostra quanto il percorso di questo film sia appena agli inizi – commenta sempre Del Brocco, – Avrà una vita lunga, ne sono sicuro, perché è un film bellissimo che appassiona e fa discutere. Marco Bellocchio è uno dei nostri più grandi maestri, il suo cinema civile è rigoroso, mai didascalico, interessato ad approfondire gli aspetti controversi e drammatici della storia del nostro paese con uno sguardo che ne racconta senza indulgenze tutti i chiaroscuri, le pieghe più tragiche e affascinanti. E questo il pubblico lo avverte e risponde con grande attenzione e interesse al suo cinema e al suo speciale racconto. Voglio ringraziarlo per il dono che ci ha fatto con questo film, e ringraziare Pierfrancesco Favino per la magnifica interpretazione di Tommaso Buscetta, così come Beppe Caschetto e Simone Gattoni, compagni appassionati di questo straordinario viaggio”.