Innamorato pazzo è un film italiano del 1981, diretto da Castellano e Pipolo.




La villa utilizzata per le riprese è Villa Olmo. La villa si affaccia sul Lago di Como, che però non è mai visibile nel film dal momento che la storia è ambientata a Roma. Per la scena finale dei soldi regalati dalla popolazione, la produzione distribuì migliaia di riproduzioni di banconote da 10 000 lire italiane. La sequenza è stata girata in via Volta a Como, una delle vie più antiche della città.




  • L’intera famiglia reale di Saint Tulipe è modellata sulla falsariga della famiglia reale di Monaco. Re Gustavo infatti somiglia al Principe Ranieri, sua moglie Betsy (il nome americano non sembra scelto a caso) è l’esatta copia della Principessa Grace Kelly di cui riprende gli abiti ed i caratteristici occhiali ed, infine, lo stesso personaggio della protagonista Cristina sembra modellato ricalcando l’immagine di Carolina di Monaco; inoltre lo stato di Saint Tulipe ha tutte le caratteristiche del più famoso Principato, come la presenza di un casinò da cui vengono ricavate le entrate economiche. Cristina infine rivela a Barnaba di provenire da uno stato europeo così piccolo che per vederlo sul mappamondo è necessaria una lente.
  • Da più di un’inquadratura, sia esterna che interna, si nota che il condominio dove abita Barnaba Cecchini è lo stesso dove è ambientato il famoso La banda degli onesti di Camillo Mastrocinque del 1956 con Totò e Peppino De Filippo.




Il film è stato distribuito nelle sale cinematografiche italiane a partire dal 19 dicembre 1981.

La prima TV andò in onda il 4 aprile 1984 su Canale 5 alle ore 20.25.