Julie Andrews, volto storico della magica tata Mary Poppins, ha rivelato un episodio particolare nella sua biografia Home Work: A Memoir of My Hollywood Years, nel quale ad un party nel 1971 le capitò che le venisse offerta della cocaina a suon di “basta un poco di zucchero…”.




L’attrice, 84 anni, ha raccontato: 

“Io e mio marito eravamo stati invitati da un agente di Hollywood molto importante. Appena entrati nella villa, ci siamo trovati di fronte a una classica scena di quei tempi: ovunque c’erano vassoi d’argento pieni di ‘roba’. Durante la cena, la coca veniva fatta girare quasi fosse un dessert”.

“Ci è stata offerta della coca me e Blake [Edwards, il marito ndr], ed entrambi abbiamo rifiutato, ma i padroni di casa erano su di giri e hanno iniziato ad insistere pesantemente affinché accettassi. Erano curiosi di vedere come sarebbe stata Mary Poppins da fatta. Mi cantavano: ‘Basta un poco di zucchero…’,  ha ricordato l’interprete premio Oscar e Leone d’Oro alla carriera.

“Poi per fortuna Blake li fece smettere. Quando decidemmo di andarcene, siamo passati accanto a corpi buttati sul pavimento, star famosissime svenute o completamente devastate.”

Un episodio che ha segnato la star di Hollywood, una volta rientrata a casa da quella cena, ha riflettuto a lungo su quanto visto e successo, in particolare su come la droga possa rovinare la vita delle persone: “Di ritorno a casa quella sera sono rimasta alla mia finestra della cucina aperta e ho guardato fuori attraverso il campo da golf, cercando di dare un senso a quella esperienza surreale e ancora non l’ho trovata”.