TRAMA

Alimentato dalla sua rinnovata fiducia nell’umanità e ispirato dal gesto d’altruismo di Superman, Bruce Wayne chiede aiuto alla sua ritrovata alleata Diana Prince, per affrontare un nemico ancora più temibile. Insieme, Batman e Wonder Woman si mettono subito al lavoro per trovare e assemblare una squadra di metaumani pronti a fronteggiare questa nuova minaccia. Ma nonostante la formazione di questa alleanza di eroi senza precedenti
Batman, Wonder Woman, Aquaman, Cyborg e Flash – potrebbe essere già troppo tardi per salvare il pianeta da un attacco di proporzioni catastrofiche.



RECENSIONE




La Justice League si può riassumere come un misto di forza e di umorismo. Forse dovuto al cambiamento del regista che ha portato nell’universo DC, un pò di Universo Marvel. Parliamoci chiaro, analizziamo i vecchi film DC. Siamo per ora a 5. Il primo Superman – L’Uomo d’Acciaio si è salvato dalla critica in quanto vi era la presenza di Nolan che ha dato alla pellicola dei toni cupi e misteriosi seguendo il suo stile perfetto. Batman vs Superman preferisco non toccare questo argomento in quanto il nuovo Batman, Ben Affleck, è il meno espressivo del mondo e anche qui lo dimostra. Poi Suicide Squad, altro film bello ma eccessivamente complicato e ricco di sottotrame che l’unica che doveva approfondire non l’ha fatto, ossia quella del Joker. Poi andiamo alle note liete, Wonder Woman, vero capolavoro. La presenza di Gal Gadot dona tutta quell’eleganza, quel fascino, quella femminilità che hanno reso il cinecomic uno dei più amati di sempre. 

Passiamo alla Justice League. L’unione dei personaggi funziona è innegabile, la coesione, la ricerca del modo su come sconfiggere il cattivo di turno, il modo di assemblare la squadra, ci siamo. Passiamo ai personaggi:

Batman… inespressivo, siamo abituati troppo bene con Bale, Keaton e Nolan, non ci siamo.

Wonder Woman… regina della scena, se non ci fosse lei questo film non avrebbe senso. La sua eleganza è innegabile. Padrona del grande schermo.

Cyborg… il personaggio nuovo, carismatico, forse l’unico che odia i suoi poteri ma che dona al film quella componente cibernetica e di forza decisiva.

Aquaman… la forza in persona. Un Momoa veramente “cazzuto e coatto” un leader, i suoi muscoli fanno impazzire il pubblico e anche la sua sfrontatezza.

Flash… non ci siamo… siamo abituati troppo bene con QuickSilver degli X-Men… qui troppe battute umoristiche delle quali ne faremmo veramente a meno.




Superman… semplicemente il re. Non vi aggiungo altro sennò vi spoilero il film.

Passiamo alla storia. AVVINCENTE ma a volte troppo ripetitiva, manca il colpo di scena finale. Un film già visto.

Passiamo agli effetti speciali. MAGNIFICI. Colori e colori per tutto il film, un grande colpo d’occhio davvero.

Passiamo alla sceneggiatura. INTERESSANTE. Ci si attendeva di più ma il prodotto è godibile per l’intero.

Passiamo ai personaggi minori. Lois Lane e il Commissario Gordon sono un pò di contorno ma regalano ai veri appassionati di fumetti quel fascino decisivo.

In definitiva la Justice League è un buon film. Per questa recensione ho voluto schematizzare i concetti stile pagelle fantacalcistiche perché il film è proprio questo. Un immenso calderone di storie diverse unite da un solo obiettivo, quello di salvare il mondo. I personaggi tra di loro, forse perché alla loro prima avventura, non hanno quella forza di squadra, ma comunque si uniscono bene per fronteggiare la minaccia. Il film è corto per dare una valutazione definitiva sull’operato DC, ma si può sicuramente affermare che stanno migliorando e, chissà, magari un giorno arriveranno al pareggio, se non al sorpasso, con i diretti rivali… la Marvel!