Era il 9 marzo 1987, quando nei negozi di dischi usciva “The Joshua Tree”, il quinto album degli U2 che arrivò a vendere 25 milioni di copie in tutto il mondo e a diventare “album dell’anno”. Brani come “With or Without you” a “I still haven’t found what I’m looking for”, passando per “Where the streets have no name” sono ancora ricordi indelebili nella memoria di ogni fan.



Sono passati esattamente 30 anni da quei giorni e la nostalgia degli anni ’80 ha colpito anche la band irlandese. Per festeggiare l’anniversario, da qualche ora “The Joshua Tree” è tornato nei negozi in edizione celebrativa super deluxe che, oltre alle 11 canzoni canoniche tratte dall’album originale, include anche versioni live dei brani registrate durante il concerto del 1987 al Madison Square Garden di New York, rarità e b-side delle sessioni originali di incisione. Ci sono anche i remix di Daniel Lanois, St Francis Hotel, Jacknife Lee, Steve Lillywhite e Flood e un libro di 84 pagine con foto inedite scattate dal chitarrista The Edge durante la sessione fotografica del 1986 nel Mojave Desert.

 

Oltre alle 11 tracce dell’album originale, l’edizione super deluxe includerà anche registrazioni live del concerto del The Joshua Tree Tour del 1987 al Madison Square Garden, rarità e B-Sides dalle sessioni originali di registrazione dell’album.



«The Joshua Tree» fu prodotto da Brian Eno e Daniel Lanois. Le registrazioni sono avvenute negli storici Windmill Lane Studios di Dublino e alla Danesmoate House, dove successivamente andò a vivere Adam Clayton.



Il The Joshua Tree Tour 2017 farà tappa in Italia il 15 e il 16 luglio allo Stadio Olimpico di Roma. In apertura agli U2 ci sarà Noel Gallagher.

FONTE http://www.iltempo.it/carlo-antini/2017/06/02/news/la-nostalgia-degli-anni-80-contagia-anche-gli-u2-1029575/