Non scorre affatto buon sangue tra i fratelli Carter.

Nick, il maggiore, nonché celebre membro della boyband anni ’90 Backstreet Boys, ha appena ottenuto un ordine restrittivo nei confronti del fratello Aaron perché considerato pericoloso per la sua famiglia.

Ecco cosa ha scritto in un post su Twitter Nick Carter:

“Dopo un’attenta considerazione, io e mia sorella Angel abbiamo dovuto chiedere un ordine restrittivo contro nostro fratello Aaron. Alla luce dei recenti e sempre più preoccupanti comportamenti di Aaron e in seguito alla sua confessione di aver pensato di uccidere mia moglie e il bambino che aspettiamo, non ci restava altra scelta se non quella di prendere ogni misura possibile per proteggere noi stessi e le nostre famiglie. Amiamo Aaron e speriamo che riceva le cure necessarie affinché non faccia del male a sé stesso o ad altri.”





Di recente Aaron ha ammesso di soffrire di “sdoppiamento della personalità, schizofrenia, attacchi di ansia acuta, tutte malattie maniaco-depressive”. Ha detto però anche di avere intenzione di prendersi cura di sé e di essere pronto a combattere contro tali malattie.

Di fronte alle accuse mosse dal fratello Nick, Aaron ha reagito a suon di tweet: ha negato di aver mai minacciato Nick e la sua famiglia e ha assicurato di non aver intenzione di ferire nessuno, tantomeno la sua famiglia.

Sono seguiti poi tweet più velenosi e vendicativi nei confronti di Nick Carter; per dimostrare di non essere lui quello violento della famiglia, Aaron ha ricordato di quando il frontman dei Backstreet Boys è stato accusato di violenza sessuale su una minorenne.

Come mai mio fratello non ha ricevuto nessun ordine restrittivo quando una ragazza lo ha denunciato per stupro?

Davvero una situazione seria, da quanto si evince da queste parole e questi veleni tra i due fratelli.