Tra le numerose vittime di Ghostface nel primo capitolo del  franchise di Scream ci sono la studentessa delle superiori Casey Becker (Drew Barrymore) – che viene uccisa nella leggendaria scena di apertura – insieme al suo fidanzato Steve e il preside Himbry che viene assassinato dall’assassino mascherato, così come il cameraman di Gale Weathers, Kenny. Ma Himbry inizialmente non doveva morire; la modifica alla sceneggiatura originale è stata studiata per colmare una svista presa da un dirigente dello studio.

Henry Winkler nel ruolo del preside Himbry in Scream

In origine, il preside Himbry – interpretato da Henry Winkler, che non era accreditato nei titoli iniziali in modo che la promozione del film potesse concentrarsi invece sui giovani del cast principale – non doveva rimanere trafitto dalle coltellate di Ghostface. Ma quando Bob Weinstein, il capo di Dimension Films, ristudiò la sceneggiatura di Williamson, si rese conto che c’era circa mezz’ora del film durante la quale non veniva ucciso nessuno. Per questo motivo incaricò lo stesso Williamson di cambiare lo script per inserire l’uccisione di un altro personaggio entro quei 30 minuti.

Alla fine, Williamson ha deciso di riscrivere la morte del preside Himbry nella sceneggiatura. Il preside è un personaggio solido nel film, fa rispettare le regole e chiude temporaneamente la Woodsboro High per garantire la sicurezza dei suoi studenti, ma viene brutalmente attaccato e ucciso da Ghostface nel suo ufficio. Con la scena del suo omicizio, lo sceneggiatore ha effettivamente risolto un problema nella parte finale del film: non era stato in grado di pensare al motivo per cui diversi personaggi secondari lasciano la casa durante la festa in modo che l’assassino possa attaccare indisturbato nel finale.