Tanti auguri Mr.T. Ve lo ricordate? È noto per alcune sue interpretazioni televisive come Bosco “P.E.- Pessimo Elemento” Baracus nel telefilm degli anni ottanta A-Team o come il pugile Clubber Lang nel film del 1982 Rocky III. È altresì noto per il suo classico taglio di capelli in stile mohawk e per indossare una notevole quantità di gioielli in oro.

Nel 1982 Mr. T fu scelto da Sylvester Stallone per un ruolo in Rocky III. Recitò in The Beastmaster e apparve in un altro film sulla boxe, Penitentiary 2, e nel programma Bizarre, prima di accettare il ruolo di B.A. Baracus (in Italia P.E. Baracus) nel telefilm A-Team. In A-Team interpretò il ruolo del Sergente B.A. (Bosco Albert o “Bad Attitude” – letteralmente “Brutto Carattere”, nella versione italiana P.E. “Pessimo Elemento”) Baracus, un ex soldato delle forze speciali americane ricercato come i compari dell’A-team “per un crimine che non hanno commesso”. Fu l’unico attore del telefilm che non fece il provino, fu scelto a prescindere.




Mr. T era un mito dei ragazzini negli anni ottanta, di conseguenza venne realizzata dalla Ruby-Spears una serie animata intitolata appunto Mr. T di 13 episodi trasmessa nel 1983 sulla NBC e la sua immagine apparve anche sulle scatole dei cereali. Nel 1984 girò il video Be Somebody or Be Somebody’s Fool; lo scopo del video era quello di insegnare ai bambini ad apprezzare le loro umili origini, come vestirsi, come studiare il proprio look senza spendere eccessivamente, come controllare la rabbia. Il video di un’ora contiene 30 minuti di cantato. Realizzò anche un album rap intitolato Mr. T’s Commandments con l’aiuto di Ice-T.




Mr. T è anche apparso nelle tre stagioni della serie televisiva, T. and T. insieme ad Alex Amini, David Nerman, Kristina Nicoll, e Jackie Richardson. In tale serie Mr. T interpreta T. S. Turner, un giovane impegnato a combattere la violenza sulla strada fino a quando viene accusato di un crimine non commesso. Amy Taler (Amini) una giovane e combattiva avvocatessa interviene per riportare Turner in strada, questa volta, però, in giacca e cravatta, ricoprendo il ruolo di investigatore privato. L’avvocato Terri Taylor (Nicoll) si unisce successivamente a T dopo che Amini abbandonò lo show alla conclusione della seconda stagione. Mr. T annunciò di guadagnare circa 80 000 $ a settimana per il suo ruolo nell’A-Team oltre a 15 000 $ per apparizioni in spettacoli, ma alla fine degli anni novanta lui apparve solo in pubblicità occasionali, principalmente per problemi di salute (nel 1995 gli venne diagnosticato, ironia della sorte, un Linfoma T-Cell).




Interpreta piccoli ruoli in molti film, e appare frequentemente sul network televisivo cristiano TBN. Appare anche nella pubblicità della MCI, un call-service a al Late Night con Conan O’Brien. È anche apparso nella pubblicità del Comcast nel 2006, pronunciando le sue quattro parole preferite: “Don’t be a culture fool!” e apparve anche alla ABC in Extreme Makeover: Home Edition. Un reality show per TV Land, I Pity the Fool, trasmesso per la prima volta l’11 ottobre 2006. Mr. T ha annunciato di non indossare più catene d’oro dopo aver visitato le vittime dell’Uragano Katrina. Ha anche annunciato di esser guarito dal cancro e di voler scrivere un libro sulla sua vita. Dal 5 giugno 2011, conduce il programma World’s Craziest Fools per la BBC.