“Un uomo che sbaglia non può mai opporsi ad un uomo che è nel giusto.”

Ci sono alcune serie televisive che vengono ricordate principalmente per le epiche imprese del suo attore protagonista. Tra queste capeggia Walker Texas Ranger, serie tv che praticamente tutti associamo all’immagine dell’impavido Chuck Norris con cappello da cowboy che tira calci rotanti a chiunque gli si metta contro.

Proprio al caro e giusto Cordell Walker, personaggio che interpreta con successo per 9 stagioni, Chuck Norris deve la sua grande fama e la maggiore popolarità in tutto il mondo. L’epopea del ranger di Dallas che combatte i criminali con le arti marziali, dando risalto a valori come l’amicizia, l’aiuto reciproco e la giustizia ci ha conquistati dal lontano 1996 fino al 2003 (1993-2001 invece la prima visione in America) e ancora oggi esalta i nostri nonni grazie alle numerose repliche in tv.

Ad accompagnare Cordell Walker nel corso delle stagioni ci sono stati una serie di personaggi importanti, tra cui il suo migliore amico ranger, James Trivette (Clarence Gilyard), il vice procuratore distrettuale Alexandra “Alex” Cahill, la quale finirà per diventare sua moglie, e il capitano dei ranger C.D. Parker (Noble Willingham).

Ma come sono diventati e che fine hanno fatto tutti i protagonisti? Scopriamolo.





Chuck Norris – Cordell Walker

Chuck Norris (il cui nome di battesimo è Carlos Ray Norris) ha compiuto lo scorso 10 marzo ottant’anni.

Oltre alla fama d’attore è conosciuto in tutto il mondo per le sue doti nelle arti marziali (Tangsudo, karate e taekwondo), discipline alle quali si avvicinò da giovane, precisamente durante il suo servizio militare in Corea del Sud. Prima di dedicarsi al cinema e alla tv, infatti, la vita di Chuck Norris ruotava tutta intorno a tornei e scuole sulle arti marziali da lui fondate.

Verso la fine degli anni ’60 muove i suoi primi passi nel mondo del cinema, spronato dall’allora suo allievo Steve McQueen. Nel 1969 Norris incontrò il celebre artista marziale Bruce Lee, e i due di lì a breve divennero grandi amici. Sarà Lee ad offrirgli il primo ruolo cinematograficamente rilevante nel 1972 con L’urlo di Chen terrorizza anche l’occidente. Lo scontro finale tra i due nel Colosseo è una scena rimasta nella storia del cinema, che ebbe un grande successo e gli permise di iniziare la sua carriera nello star-system. Dopo un decennio di buoni successi, Norris consacra la sua fama come attore protagonista negli anni ottanta, grazie a pellicole come Una magnum per McQuade, Rombo di tuono, Il codice del silenzio e Delta Force.

Nei primi anni novanta si trova ad affrontare una fase di declino, dovuta ad alcuni insuccessi ma nel 1993 ribalta tutto grazie al successo della serie tv Walker Texas Ranger. A partire dalla terza stagione, Norris ha anche cantato la sigla iniziale. Il continuo successo della serie porta alla realizzazione di altri media, tra cui un film per la tv Walker Texas Ranger – Riunione Mortale (1994) e uno spin-off Sons of Thunder (1999). Negli anni duemila, Norris continua a recitare sul grande schermo, in film quali Bells of Innocence (2003), Palle al balzo – Dodgeball (2004) dove interpreta se stesso, The Cutter – Il trafficante di diamanti  (2005) e infine I mercenari 2 (2012).

Clarence Gilyard – James Trivette

Clarence Gilyard indossa i panni di James Trivette, ranger collega di Cordell. In passato era stato un giocatore di football americano, poi è diventato un Texas Ranger. Diviene il collega di Walker nel primo episodio, tuttavia deve faticare per guadagnarsi la sua stima, ma alla fine i due diventeranno migliori amici. È un grandissimo esperto di computer ed è anche lui molto abile nei combattimenti.

Oggi l’attore ha 64 anni. Fece la sua prima apparizione sul grande schermo prendendo parte, in ruoli minori, ai film Top Gun e Karate Kid II – La storia continua. Nel 1987 ottiene il suo primo ruolo da protagonista nel film Off the Mark. Nel 1988 partecipò al film Trappola di cristallo nel ruolo di Theo, terrorista e esperto di computer, e nel 1989 è di nuovo protagonista nel film per la televisione Sei solo, agente Vincent.

Dal 1989 al 1993 ha recitato nella serie televisiva Matlock nel ruolo di Conrad McCaster, ma la lasciò per recitare in Walker Texas Ranger. Terminata la serie televisiva, Clarence partecipò a Prima dell’apocalisse e Prima dell’apocalisse 2 – Tribulation Force, nel ruolo del pastore protestante Bruce Barnes. Nel 2002, Clarence decide di ritirarsi dalla professione, ma nel 2005 appare in un cameo nel film per la televisione Walker, Texas Ranger: Processo infuocato, dando vita per l’ultima volta a James Trivette.




Sheree J. Wilson – Alexandra “Alex” Cahill

Sheree J. Wilson interpreta Alex Cahill, un vice-procuratore distrettuale. Lavora nello stesso dipartimento dei Texas Ranger e quasi sempre collabora con Walker e Trivette. È una donna molto gentile e aperta, disponibile con tutti. Oltre che per i diritti delle donne, si occupa di minori in difficoltà, per i quali fonda un centro sociale che viene chiamato H.O.P.E. .

Sheree ha oggi 61 anni. Esordì nel mondo del lavoro come modella, poi prese parte nel 1985 al film I due criminali più pazzi del mondo e tra il 1985 e il 1986 recitò accanto a Ray Liotta, Michael Madsen e Eli Wallach nella serie tv L’onore della famiglia. Nel 1986, la Wilson ottenne il ruolo per cui è meglio conosciuta, cioè quello di April Stevens nella serie televisiva Dallas, ruolo interpretato per cinque stagioni, dal 1986 al 1991. Wilson lasciò la serie nella prima metà della quattordicesima e ultima stagione, dal momento che era incinta. Il suo personaggio venne ucciso durante la sua luna di miele (con il nuovo marito Bobby Ewing) a Parigi.

Nel 2005 tornò ad interpretare il ruolo di Alex Cahill nel film per la televisione Walker, Texas Ranger: Processo infuocato. Nel 2007 è protagonista di Pioggia di fuoco. Dal 2010 ha recitato in numerose pellicole, tra le quali ricordiamo il film western del 2011 The Gundown, in cui ha recitato accanto a Peter Coyote e Easy Rider: The Ride Back del 2013, nel quale recita come co-protagonista. Nel 2018 è apparsa nel film The Silent Natural.

Noble Willingham –  C.D. Parker (stagioni 2-8)

Il ruolo di C.D. Parker è stato interpretato nella prima stagione da Gailard Sartain, attore che lascerà poi il posto, a partire dalla seconda stagione fino all’ottava, a Noble Willingham. C.D. Parker è un Texas Ranger in pensione, gestore di un bar in stile texano nel quale i ranger si trovano spesso alla fine degli episodi per festeggiare la cattura dei malviventi.

Purtroppo nel 2004 l’attore Noble Willingham è deceduto a 72 anni a causa di un arresto cardiaco. In carriera è apparso in numerosi film, tra cui Chinatown (1974), Good Morning, Vietnam (1987), L’ultimo Boy Scout (1991) e Ace Ventura: l’Acchiappanimali (1994).

Abbandonò Walker Texas Ranger all’ottava stagione, per impegni politici. 

Floyd ‘Red Crow’ Westerman – Zio Ray

Zio Ray  (Raymond Firewalker)  è lo zio di Walker, che lo adotta dopo la morte dei suoi genitori. Ray gli insegna tutto ciò che gli servirà per sopravvivere. Il personaggio appare solo nella stagione 1 e 2: la sua uscita dalla serie è immotivata, ma nella quarta stagione Walker rivelerà che lo zio è morto. 

Il suo interprete è Floyd Westerman, attore e cantante morto nel 2007. Westerman nacque in una riserva indiana, una tribù di sottogruppi della grande nazione Sioux. Prima di diventare un famoso attore, Floyd ebbe una luminosa carriera come cantante Country. Nel 1990, condusse anche un tour con Sting, per raccogliere fondi per preservare le foreste pluviali.

Successivamente, decise di diventare attore ed esordì al cinema con il film Faccia di rame (Renegades) del 1989 dove interpretava appunto il ruolo di Red Crow, un indiano Lakota Sioux, padre di Hank Storm interpretato da Lou Diamond Phillips.

Recitò inoltre nel film Balla coi lupi, e, oltre al ruolo dello Zio Ray in Walker Texas Ranger è ricordato anche per quello di Albert Hosteen nella serie tv X-Files. Westerman è stato uno dei personaggi più in vista per la difesa dei diritti dei nativi americani. Nel 2000, l’American Indian Expo ha nominato Westerman celebrità dell’anno.