Il 2 dicembre 1988 in Italia usciva il film frutto della collaborazione tra la Disney e Steven Spielberg, un film che era un omaggio al cinema d’animazione e in carne e ossa e che ha consegnato al pubblico una coppia straordinaria: il coniglio Roger e il detective di Bob Hoskins. Senza dimenticare Jessica Rabbit (“io non sono cattiva, è che mi disegnano così”). Il film è ispirato da un romanzo di Gary K. Wolf, che ha in effetti ideato i protagonisti, anche se il film presenta molte differenze e la storia è molto più cupa. Dopo il successo del film, Gary Wolf ha scritto un secondo romanzo, dove i protagonisti sono più simili alle loro controparti cinematografiche che non al primo libro.




Comunque, i libri e il film raccontano tre storie indipendenti, di cui condividono i personaggi principali. Dopo il successo del film la Disney mise in cantiere il progetto di una serie animata interamente dedicata a Roger Rabbit. Tuttavia la realizzazione non fu possibile per via di problemi dovuti al copyright, e dalle ceneri di questo progetto nacque una serie televisiva liberamente ispirata al film, dal titolo Bonkers, gatto combinaguai, più famosa in Italia, insieme alle altre serie a cartoni animati Disney. Le telecamere VistaVision vennero utilizzate per mescolare le scene live-action con quelle d’animazione. Per facilitare l’interpretazione degli attori, al posto dei cartoni animati, inseriti poi al computer, vennero utilizzati dei pupazzi e dei manichini. Per facilitare il lavoro di post produzione furono utilizzati anche dei bracci robotici che eseguivano le azioni basilari su cui poi gli animatori avrebbero costruito i personaggi animati. In moltissime scene dove i cartoni spostano o possiedono nelle loro mani degli oggetti reali, questi ultimi vengono mossi tramite l’utilizzo di fili, similmente a marionette. Le riprese della pellicola iniziarono il 2 dicembre 1986, e durarono circa 7 mesi e mezzo agli Elstree Studios, con l’aggiunta di altre quattro settimane di ripresa a Los Angeles qualche tempo dopo. Le riprese furono concluse ufficialmente il 27 agosto 1987. 




Nel corso della post-produzione del film, durata circa un anno , gli animatori realizzarono a mano circa 82 000 frame per dare vita ai personaggi del film. Ogni frame fu fotografato e impresso sulla pellicola. Infine l’Industrial Light & Magic ultimò la pellicola dando ai personaggi quel tocco di realismo in più. Due degli effetti più famosi furono sicuramente i luccichii e le ombre del vestito di Jessica Rabbit.