Anche Andrea Bocelli  ha avuto il coronavirus. A renderlo noto è stato lui stesso, sia su un post facebook sia di persona quando oggi si è recato al centro prelievi dell’ospedale Cisanello di Pisa per donare il plasma ai fini dello studio, coordinato dall’Aoup, sulla cura per i malati di Covid.






Bocelli ha scoperto di aver contratto il virus lo scorso 10 marzo, dopo aver fatto il tampone. Come lui, anche sua moglie e i loro due figli l’hanno avuto. Parlando con i giornalisti fuori dall’ospedale, ha spiegato di essere stato asintomatico e di non aver avuto particolari problemi, se non una leggera febbre. “Nessun sintomo, niente. Ho fatto il tampone e ho visto che ero positivo. Onestamente, quando l’ho scoperto, era il 10 di marzo, mi sono tuffato in piscina perché stavo bene”. 

Accompagnato dalla moglie Veronica Berti, il tenore è arrivato poco prima di mezzogiorno presso la struttura e si è fermato a parlare con i giornalisti sull’argomento pandemia.

“Ci sono tante riflessioni da fare, grazie a Dio non ricopro ruoli politici, perciò non sono chiamato a prendere decisioni e non vorrei neppure essere nei panni di chi deve prenderle. Capisco che c’è stato un momento complicatissimo quando c’è stata l’emergenza negli ospedali, però ora la situazione sembra assolutamente normale, quello che non è normale è il comportamento di coloro che ancora oggi temono questo virus come la lebbra e un Paese che è in ginocchio perché le attività stentano a riprendere”.