A 62 anni, ormai 4 anni fa, se ne andava un’artista totale: Anna Marchesini. Attrice, autrice, protagonista con il Trio (gli amici Massimo Lopez e Tullio Solenghi) di spettacoli memorabili. Da Domenica In al Festival di Sanremo a Fantastico alla parodia de I promessi sposi, irresistibile, il Trio ha fatto scoprire al pubblico televisivo un nuovo modo di ridere. Lei, Anna, talento immenso, era l’anima del gruppo. Una vita insieme, poi la carriera da solista.





Con le sue donne – dalla Signorina Carlo (con quel tormentone “siccome che sono cecata”) alla sessuologa maliarda Merope Generosa alla Bella Figheira fidanzata di Don Rodrigo nei I promessi sposi – ci ha fatto ridere di cuore; le abbiamo voluto bene perché era unica. Tante attrici, come Paola Cortellesi, hanno raccontato di averla scelta come modello, perché era moderna, ironica, non aveva paura di trasformarsi. Neanche di imbruttirsi, ed era una donna molto bella. I suoi colleghi di sempre, Massimo Lopez e Tullio Solenghi continuano a ricordarla e proprio in uno spettacolo che li ha visti protagonisti insieme un anno fa, ad un certo punto dell’esibizione, regalavano a lei una poesia per ricordarla insieme al loro pubblico.




Proprio raccontandolo a Domenica In, Massimo Lopez aveva confidato: “La cosa particolare che ci accade è quella di essere comunque sul palcoscenico in tre, ogni sera abbiamo questa sensazione forte perché il marchio di fabbrica è riconoscibile, e poi sono anche i luoghi.. andando insieme in quello che era il suo camerino.. è sempre un’emozione che non ci permette di dimenticarla.. è sempre con noi”.