Arma letale (Lethal Weapon) è un film del 1987 diretto da Richard Donner e interpretato da Mel Gibson e Danny Glover. Si tratta del primo episodio della saga  che ha come protagonisti due poliziotti di Los Angeles. In Italia è uscito al cinema (vietato ai minori di 14 anni) venerdì 11 settembre 1987 distribuito dalla Warner Bros. Italia.

Il film detiene un punteggio dell’80% su Rotten Tomatoes sulla base di 56 recensioni; il punteggio medio è di 6,97 / 10.

TRAMA

Los Angeles. Poco dopo il suo cinquantesimo compleanno, il sergente della Omicidi Roger Murtaugh è messo in coppia con il sergente Martin Riggs, trasferito dalla narcotici. Riggs, un ex soldato delle Forze Speciali che ha perso la moglie in un incidente automobilistico tre anni prima, si è trasformato in suicida e sfoga la sua aggressione sui sospetti, portando i suoi superiori a richiedere il suo trasferimento. Murtaugh e Riggs si ritrovano rapidamente di fronte l’uno contro l’altro.

LA SCENA DELLA PISTOLA IN BOCCA NEL TENTATIVO DI SUICIDIO DI RIGGS

Nella famosa scena in cui Riggs tenta il suicidio mettendosi la pistola in bocca, nel caricatore c’era un proiettile vero. La produzione fece questa scelta  per dare all’attore un più forte senso di realismo e portare la performance a un livello più realistico e…ha chiaramente funzionato. Ovviamente il proiettile era a salve, ma in ogni caso lo scoppio avrebbe causato dei seri danni a Mel Gibson. L’intensità della scena è ciò che ha convinto Franco Zeffirelli a scegliere l’attore per il ruolo di Amleto.

IL FINALE DIVERSO

Il finale alternativo vedeva invece Riggs e Murtaugh dirsi addio. Murtaugh dice a Riggs che sta pensando di andare in pensione, ma Riggs gli dice di non farlo. Nella scena si vede Mel Gibson salire su una macchina e andare via. Ovviamente l’unica spiegazione del suo non inserimento nel montaggio finale è che non era previsto un sequel.

Ecco il video

FONTE IMDB

FONTE SCREENRANT