“Sono rattristato dalla scomparsa del mio amico Malcom Young”.




Con queste parole molto tristi comincia la lunga dichiarazione del suo ex compagno negli AC/DC, il cantante Brian Johnson. Young aveva fondato la band con suo fratello Angus e aveva smesso di suonare con loro a causa della demenza senile. Anche Johnson ha lasciato il gruppo, nel 2016. Come possiamo leggere sul sito http://www.virginradio.it/news/rock-news/241808/brian-johnson-non-riesco-a-credere-che-malcolm-se-ne-sia-andato.html

“Non riesco a credere che sia andato, ci siamo divertiti molto,era un genio con la chitarra, i suoi riff erano leggenda ,sono orgoglioso di averlo conosciuto, mi mancherà molto”

Young è morto lo scorso 18 novembre, aveva 64 anni.




prosegue così la dichiarazione che Johnson ha pubblicato sul suo sito Web ufficiale, . Johnson ha poi mandato le più sentite condoglianze verso la famiglia di Young, alla moglie Linda, ai figli, al fratello Angus. 

Ricordiamo che la tecnica di chitarra ritmica di Malcolm Young (la maggior parte delle linee soliste sono affidate ad Angus) era molto apprezzata dagli esperti del settore. Alcuni dei riff più famosi degli AC/DC, tra cui quello di Back in Black, per citarne uno, sono stati ideati proprio da Young e spesso nascevano da un incastro di accordi aperti, relative varianti e potenti power chords, con l’onnipresente distorsione.

FONTE http://www.virginradio.it/news/rock-news/241808/brian-johnson-non-riesco-a-credere-che-malcolm-se-ne-sia-andato.html