Ralph Macchio, celebre interprete di Daniel LaRusso nella serie di film di Karate Kid, compie oggi 57 anni. Ripercorriamo la carriera di Ralph, il quale ricordiamo ha ripreso ad indossare i panni di Daniel LaRusso nella nuova serie Cobra Kai, disponibile sul nuovo servizio a pagamento di streaming YouTube Red.

Nato in una famiglia italoamericana originaria di Napoli, Macchio ha iniziato la sua attività negli anni settanta come attore in serie televisive tra le quali figura anche La Famiglia Bradford. Nel 1983 ha debuttato nel film diretto da Francis Ford Coppola I ragazzi della 56ª strada, con Patrick Swayze, Matt Dillon, Emilio Estevez e Tom Cruise. Questo film gli permise nel 1984 di essere scelto per il primo Karate Kid diventando uno dei più famosi giovani attori degli anni ottanta.

Karate Kid ebbe un enorme successo commerciale, tanto che riaccese la passione del pubblico cinematografico verso le pellicole di arti marziali, dopo il grande successo che i prodotti cinematografici con Bruce Lee avevano riscosso negli anni Settanta. Il film funzionò anche come veicolo di diffusione del karate e delle arti marziali in generale, che da questa pellicola, negli Stati Uniti come nel resto dell’Occidente, ricevettero un grande impulso e si svilupparono notevolmente. Oltre a far emergere Ralph Macchio, Karate Kid ha messo in risalto altri attori, primo fra tutti Noryuki “Pat” Morita che per questa interpretazione ha avuto una nomination come miglior attore non protagonista agli Oscar del 1985.




Nel mezzo della trilogia ha recitato in Crossroads (Mississippi Adventure nella edizione distribuita in Italia), interpretando il ruolo di “Talent Boy” Eugene Martone, un giovane chitarrista italo-americano di estrazione classica innamorato del blues. È nota la scena finale di questo film, il duello chitarristico tra Eugene e Jack Butler (impersonato dal guitar hero Steve Vai). Eugene, quasi sconfitto, riesce a prevalere sull’avversario con un brano di stile classico: nella stessa sequenza le mani del protagonista sono in realtà quelle del famoso chitarrista statunitense Ry Cooder.

Nel 1987 Macchio si è sposato con Phyllis Fierro, una infermiera, con la quale ha avuto un figlio ed una figlia.

Nel 1992 ha interpretato l’ultimo film importante come attore: Mio cugino Vincenzo con Joe Pesci e Marisa Tomei. Nella commedia è Billy Gambini, che viene ingiustamente accusato di omicidio e difeso vittoriosamente dal cugino Vincenzo (Joe Pesci), avvocato alla sua prima causa e dai modi grotteschi. Il film fa uso degli stereotipi sugli italo-americani dell’area della città di New York.






Nel 2002 Ralph Macchio regista ha girato il cortometraggio Love Thy Brother, con il quale ha vinto due premi, come miglior regista al Long Island International Film Expo e come miglior corto allo Stony Brook Film Festival.

Nel 2010, quasi in concomitanza con l’uscita del remake di Karate Kid, ha ironicamente interpretato se stesso in uno sketch realizzato per il noto sito satirico Americano “Funny or Die”, presentando un finto documentario autobiografico intitolato “Wax off, fuck off”, in cui fa dell’autoironia la sua arma vincente.

Nel 2013 è stato guest star, interpretando se stesso, nell’episodio The Bro Mitzvah dell’ottava stagione di How I Met Your Mother, insieme a William Zabka il suo antagonista nel film Karate Kid.



IL RITORNO DI DANIEL LARUSSO IN “COBRA KAI”

Nel 2018 Macchio ha interpretato di nuovo Daniel LaRusso protagonista della serie TV Cobra Kai, il sequel della trilogia di Karate Kid. Al suo fianco c’è stato anche William Zabka nei panni del rivale Johnny Lawrence.

Cobra Kai si svolge 34 anni dopo gli eventi narrati dal primo film della serie Karate Kid e segue la vita del “cattivo” Johnny Lawrence. Da pupillo dell’upper class di All Valley, Lawrence si è trasformato in un fallito di mezza età che vive alla giornata. La strada verso la redenzione lo porterà a riaprire il famigerato dojo di karate Cobra Kai, riaccendendo in tal modo la sua rivalità con Daniel LaRusso, divenuto nel frattempo un facoltoso imprenditore. Dal canto suo LaRusso, dismessi i panni dell’allievo, decide d’insegnare il karate a un suo giovane dipendente, prendendo idealmente il posto del defunto signor Miyagi.

La rivalità tra Lawrence e LaRusso si consumerà sul tatami del cinquantesimo torneo di karate di All Valley, dove gareggeranno i rispettivi allievi.