Una tragedia ha toccato l’attore americano Ron Ely, celebre per aver interpretato Tarzan nell’omonima serie della Nbc degli anni sessanta.

Suo figlio Cameron, 30 anni, ha accoltellato a morte la madre Valerie Lundeen Ely, moglie di Ron, prima di essere ucciso dai poliziotti. L’attore 81enne era in casa ma non è rimasto ferito ed è stato portato in ospedale solo per precauzione e poi dimesso. Secondo quanto riferito dall’ufficio dello sceriffo della contea di Santa Barbara, California, la polizia sarebbe arrivata all’abitazione degli Ely, l’Hope Ranch, dopo aver ricevuto una chiamata d’aiuto.




Gli agenti hanno trovato il corpo accoltellato della 62enne Valerie ormai priva di vita, con Ron Ely che ha indicato il figlio come l’autore dell’omicidio. I poliziotti hanno poi perquisito la villa e trovato il giovane all’esterno della casa: dopo varie minacce, hanno aperto fuoco, uccidendolo.

Non si sanno ancora i motivi che hanno portato il ragazzo a compiere un gesto simile. 




La carriera di Ron Ely

Nella stagione 1960-1961 Ely recitò nella serie The Aquanauts, ma raggiunse la notorietà alcuni anni più tardi grazie al ruolo di Tarzan nell’omonima serie televisiva trasmessa dal 1966 al 1968 sulla NBC.

Interpretò inoltre il ruolo da protagonista nel film Doc Savage, l’uomo di bronzo (1975) e nella serie televisiva L’uomo del mare (1987-1988).

Nel 1991 interpretò il ruolo di Superman di una realtà alternativa nell’episodio in due parti The Road to Hell della serie televisiva Superboy, mentre nel 1992 apparve in un piccolo ruolo nella serie televisiva Tarzan, remake dell’originale, in cui il ruolo del protagonista fu interpretato da Wolf Larson.

Negli anni novanta e 2000 intraprese una carriera di scrittore, pubblicando due romanzi gialli con protagonista il detective privato Jake Sands: Night Shadows (1994) e East Beach (1995). Fino al 2001, Ely collezionò diverse apparizioni in varie serie televisive, tra cui Sheena e Renegade.