Tutti noi conosciamo bene Sylvester Stallone, probabilmente uno degli attori più iconici dei decenni 70-80-90, in grado di regalarci tante performance, e soprattutto film, indimenticabili. Ma quanto sapete della sua famiglia? Eravate a conoscenza del fatto che Sylvester ha un fratello minore musicista e attore che è apparso anche nei primi quattro film di Rocky? Andiamo a scoprire qualcosa di più. 

La famiglia Stallone e i camei del fratello Frank in Rocky

Jackie Stallone e Frank Stallone Sr. sono stati sposati dal 1945 al 1957. In quei dodici anni di relazione ebbero due figli, Sylvester, nato nel 1946, e Frank, nato nel 1950. Dopo il matrimonio con Jackie (tra l’altro recentemente deceduta nel settembre del 2020) Frank Sr. ebbe altre tre figli da successive relazioni, che sono dunque i fratellastri di Sylvester e Frank. 

Nel 1970 più o meno, Sylvester avviò la sua carriera da attore, che 6 anni dopo esplose grazie al primo Rocky, film da lui scritto. Nella pellicola Sylvester fece partecipare anche suo fratello Frank, il quale poi avrà un cameo anche negli altri tre capitoli della saga, fino a Rocky Balboa del 2006. Qui sotto vi mostriamo un video del dietro le quinte di Rocky III che mostra un un inedito “derby” di boxe che vede opposti i fratelli Stallone durante le riprese:

Oltre ai vari Rocky, Frank Stallone è apparso anche in altri film insieme al fratello, tra cui Taverna Paradiso (Paradise Alley) del 1978 e Staying Alive del 1983, film per il quale Frank realizzò anche la colonna sonora “Far from Over”. Alla carriera d’attore infatti Frank alternò quella di musicista e cantante, che lo ha fatto esibirsi in numerose jazz band americane. Un’altra grande passione di “Stallone JR.” è la boxe, che ha praticato a livelli amatoriali. È apparso anche come consulente in materia di boxe nel reality show statunitense in onda sulla NBC, The Contender.

Sylvester Stallone e suo fratello Frank Stallone nel 2014

In una recente intervista a Page Six, Frank ha parlato del suo rapporto con il fratello maggiore:

“Non sono mai stato geloso”, racconta “Sono sempre stato abbastanza a mio agio con me stesso e il mio talento. Sapevo cosa potevo fare bene. Ma non mi sono mai sentito come se fossi nell’ombra. Credo che altre persone pensassero che fossi nell’ombra”.

L’improvviso successo di Sylvester subito dopo “Rocky”, tuttavia, è stato abbasta “frustrante”, ammette:

“Da un giorno all’altro diventa un fenomeno mondiale, mentre io vivevo in un appartamento da 80 dollari al mese nel New Jersey con la mia band.
Sono molto orgoglioso dei suoi successi, adoro il film, ma all’improvviso, ovunque andassi a suonare tutti mi chiedevano “Com’è essere il fratello di Rocky? Avevate dei letti a castello?” Dopo un po’ è diventato stancante, ma io sono un tipo sono piuttosto determinato, ora la so gestire bene come cosa. Penso che la maggior parte delle persone nella mia situazione avrebbe smesso molto tempo fa.”

Qui un video-trailer sulla sua vita: