Che Jim Carrey sia uno degli attori più talentuosi di Hollywood, non c’è dubbio. Con la sua mimica facciale, espressioni, movenze e duttilità, Carrey ha contribuito a creare dei personaggi che hanno fatto la storia del cinema della cultura popolare; tra questi c’è, in prima linea, il suo Grinch

Il film diretto da Ron Howard ha festeggiato quest’anno il 20° anniversario, e con l’avvicinarsi delle festività natalizie è d’obbligo parlarne un po’, andando a scoprire qualche interessante curiosità ed aneddoto.

Le tecniche anti-tortura della CIA

Sapevate ad esempio che Carrey fu vicino ad abbandonare il film a causa delle insopportabili e pesanti ore di trucco necessarie per travestirlo da Grinch? E che per superare questo problema venne addestrato con le stesse tecniche usate con la CIA per resistere alle torture? Ecco cosa ha raccontato l’attore stesso:

“Quando stavo lavorando al Grinch, alle sessioni di trucco era come essere sepolti vivi ogni giorno. Il primo giorno di riprese durarono più di otto ore. Quella volta tornai al mio camerino, chiamai Ron Howard e gli dissi che non sarei riuscito a fare il film. A quel punto entrò Brian Grazer, grande collaboratore di Ron Howard che ebbe la brillante idea di assumere un uomo addestrato per insegnare agli agenti della CIA come sopportare le torture. Mi davo pugni sulla gamba in continuazione, mi facevano fumare sigarette su sigarette. Poi con quel costume tutto ricoperto di pelo. È stato terribile, davvero. Mi continuavo a ripetere: “Lo stai facendo per i bambini, lo stai facendo per i bambini!”

 

Quella maldestra volta in cui Ron Howard si mascherò da Grinch…

Gli sforzi a cui si sottopose Carrey non passarono inosservati agli occhi del regista Ron Howard, il quale fu così grato all’attore per aver sopportato le scomode e durature sessioni di trucco che decise di omaggiarlo in una maniera del tutto peculiare. Howard si fece truccare da Grinch e indossò il costume, decidendo di dirigere per tutto il giorno con quelle sembianze come segno di apprezzamento per Carrey. Purtroppo però la cosa scatenò anche un equivoco. Quando Carrey vide che un’altra persona era vestita da Grinch, si arrabbiò credendo che avessero ingaggiato una controfigura che, tra l’altro, “non gli assomigliava per niente”. Insomma, quanto orgoglio Jim! Lo sappiamo che c’è un solo ed unico Grinch!

-Clicca qua per leggere: “Il Grinch: il cane che interpretava Max era stato abbandonato e gli scherzi sul set di Jim Carrey”