Finiva sotto le note di “I Say a Little Prayer (For You)” la commedia romantica del 1997 con Julia Roberts, Rupert Everett, Dermot Mulroney e Cameron Diaz, con quella bellissima scena a ‘sorpresa’ in cui George (Everett), l’amico gay, chiama Julianne (Roberts) rimasta sola e a mani vuote al matrimonio dell’uomo che ama, per confortarla e ballare con lei.

Ebbene, è uscito fuori che quella scena finale in realtà non era stata intesa come quella conclusiva. Il film, infatti, comprendeva un’ulteriore scena nella quale Julianne incontra un altro uomo alla reception, facendo intendere un finale positivo per lei. Alla proiezione in anteprima, però, tutto il pubblico presente in sala si lamentò per quel finale, veramente non apprezzato. Di fronte a questo disagio, il regista e il produttore decisero di sistemarlo, aggiungendo e riscrivendo alcune scene, come quella del finale tra George e Julianne.




Le parole dello sceneggiatore Ron Bass sul finale che vediamo oggi: “Sapevo che sarebbe stato un successo; è divertente, commovente, contro le aspettative e girato benissimo. Una delle ragioni per cui ho scritto questo film è per rendere chiaro che amore è amore. La persona che lei amava di più al mondo e da cui era più amata era il suo migliore amico. Beh, l’altro suo migliore amico.”

Rivediamoci un po’ quella famosa scena:

Fonte: http://ew.com/movies/2018/05/22/my-best-friends-wedding-untold-stories/?utm_source=facebook.com&utm_medium=social&utm_campaign=entertainmentweekly