Il terzo capitolo della saga Johnny English, si affaccia al cinema a distanza di sette anni dal secondo e quindici dal primo. Rowan Atkinson torna a vestire i panni della maldestra spia inglese, in una nuova avventura diretta da David Kerr.

Quando alla vigilia di un importante summit internazionale, un attacco informatico rivela l’identità di tutti gli agenti sotto copertura in Gran Bretagna, Johnny English risulta essere l’ultima speranza del servizio segreto britannico. Richiamato dalla pensione, English viene mandato in missione affiancato dal suo fedele compagno Bough per scoprire il misterioso hacker, attività moderna per la quale non è particolarmente attrezzato…




Il tempo passa e con esso la tecnologia corre e si potenzia a ritmi esagitati. Il nuovo capitolo di Johnny English nasce sulla base di questo tema, contrapponendo il mondo moderno fatto di smartphone, app e ologrammi ai metodi della vecchia scuola, senza cellulari e macchine vintage. 

La fama e il talento di Rowan Atkinson, capace di creare un personaggio con un doppio registro comico, buffo e demenziale ma anche serio, rimane viva anche in questo terzo capitolo ed è la colonna portante della pellicola, che, onestamente, risulta inferiore alle altre due. La sceneggiatura non brilla di una trama molto avvincente, senza risvolti narrativi da effetto sorpresa: restando fedele al proprio impianto da parodia classica, non è difficile anticipare l’esito di alcune situazioni comiche. Parlando di comicità, sono presenti tre, forse quattro gag veramente riuscite, per il resto, ci limitiamo a sorrisini a mezza bocca.

Il momento forse più ilare di Johnny English 3


Altro tratto fedele della saga di Johnny English sono il tocco british e la cultura anglosassone, che ritroviamo nell’ambientazione londinese e la presenza a 10 Downing Street del primo ministro, impersonato da Emma Thompson.

In sintesi, il film si regge sulla comicità di Rowan Atkinson, il quale, se amato fin dai tempi di Mr. Bean, riuscirà a farvi divertire in ogni caso, seppur con gag prevedibili ma comunque gradevoli.

Johhny English colpisce ancora vi aspetta al cinema a partire dall’11 ottobre.