La musica italiana è piena di capolavori indimenticabili, che continuiamo a canticchiare anche a distanza di decenni. Si tratta di canzoni che resistono al trascorrere del tempo e al ricambio generazionale e non smettono di essere amate e ascoltate. Gli anni ’90, ad esempio, hanno regalato alla storia della musica italiana capolavori senza tempo, che ancora oggi fanno emozionare e sognare. È impossibile stabilire oggettivamente quali siano le 5 canzoni italiane più famose degli anni ’90. Tuttavia, si possono ricordare cinque tra i brani più conosciuti di quegli anni, che resistono alle nuove mode e al proliferare di dischi e singoli.




“Un’estate italiana” – Bennato e Nannini (1990)

Come non ricordare questa bellissima canzone del 1990? Il brano accompagnò i Mondiali di calcio di quell’anno tenutisi in Italia e ci riporta a un’estate indimenticabile, fatta di goal e emozioni. il singolo fu interpretato da Edoardo Bennato e Gianna Nannini, prodotto da Giorgio Moroder e pubblicato con l’etichetta discografica Virgin.

“Sally” – Vasco Rossi (1996)

“Sally” di Vasco Rossi può essere considerata a tutti gli effetti un classico della musica italiana, reinterpretata da diversi artisti come Fiorella Mannoia e amata ancora oggi dai nostalgici degli anni ’90 e dalle nuove generazioni. Il singolo, uscito nel 1996, fu scritto da Vasco e arrangiato da Celso Valli. La canzone è contenuta nell’album “Nessun pericolo… per te” (1996) e nelle raccolte “Tracks” (2002) e “Tracks – Inediti & rarità” (2009)

“Piccola stella senza cielo” – Ligabue (1990)

Anche “Piccola stella senza cielo” rappresenta un evergreen della musica italiana e insieme a “Certe notti” è probabilmente tra le canzoni più belle del cantante di Correggio. Il brano è stato scritto e composto dallo stesso Luciano e fa parte del suo album di esordio, “Ligabue”, pubblicato nel 1990. Il cantautore ne ha registrato anche una seconda versione nel 2003 per promuovere l’album “Giro d’Italia”.




“Hanno ucciso l’uomo ragno” – 883 (1992)

Non si può parlare di anni ’90 senza menzionare gli 883 e la canzone “Hanno ucciso l’uomo ragno”, con cui è stato intitolato anche l’album che contiene il brano. Il singolo fu pubblicato nel 1992 come secondo estratto del disco e ha come protagonista proprio l’Uomo Ragno, il famoso supereroe dei fumetti della Marvel.

“L’ombelico del mondo” – Jovanotti (1995)

A più di 15 anni dalla sua pubblicazione, il singolo “L’ombelico del mondo” di Jovanotticontinua a far danzare centinaia di giovani con i suoi ritmi da hip pop latino. Il brano, pubblicato nel 1995, fu scritto da Lorenzo Cherubini con Michele Centonze, Saturnino Celani e Pier Foschi e oggi è sicuramente uno dei brani più noti degli anni ’90 e dello stesso Jovanotti.

(fonte: tg24.sky.it)