Una sbornia pagata cara per Melanie Griffith

L’attrice ha svelato che durante le riprese del film del 1988 Una donna in carriera il regista Mike Nichols le fece pagare ben 80.000 dollari perché si era presentata ubriaca sul set.

A raccontare l’accaduto è stata la stessa Griffith nel libro «Life Isn’t Everything: Mike Nichols as Remembered by 150 of his Closest Friends» dedicato proprio a Nichols (morto nel 2014) e di cui la rivista «People» ha pubblicato alcuni stralci. «È stata un’esperienza davvero umiliante e imbarazzante – ha spiegato la Griffith – ma dalla quale ho imparato molto».




Come giustificazione al suo comportamento, la Griffith ha asserito che lo scenario della New York degli anni ottanta offriva troppe distrazioni:

“Un sacco di cose che ho fatto sul set di Una donna in carriera erano sbagliate. Era la fine degli anni ’80. A New York c’erano un sacco di feste. Girava un sacco di cocaina, era pieno di tentazioni.”

Il produttore Douglas Wick, anche lui intervistato nel libro, racconta di aver ricevuto una chiamata da Mike Nichols esasperato perché la sua diva sul set era chiaramente sotto l’effetto di sostanze. In un’occasione, l’attrice ha rivelato di essere talmente ubriaca da non riuscire a girare una scena con Alec Baldwin arrivando a costringere la produzione a interrompere il lavoro fino all’indomani. Secondo quanto emerso, la Griffith aveva cominciato a fare un gioco alcolico che prevedeva bersi un cocktail ogni volta che Alec Baldwin si prendeva una coca cola.

“Mike era così furioso con me che non mi voleva neanche parlare. Mike Haley, il primo aiuto regista, è venuto da me e mi ha detto ‘Stiamo chiudendo. Vai a casa’. Lì ho capito di essere nei guai” ricorda Melanie Griffith.




“La mattina dopo Mike mi ha portato fuori a colazione e mi ha detto, ‘Ecco cosa succederà. Il costo di ieri sera verrà decurtato dal tuo stipendio. Non diremo niente allo studio, ma dovrai pagare di persona. Il costo del set era di 80.000 dollari. Volevano attirare la mia attenzione e ci sono riusciti. E’ stata un’esperienza davvero umiliante, imbarazzante, ma mi ha insegnato un sacco di cose.”

Dopo la fine delle riprese di Una donna in carriera, Melanie Griffith ha accettato di essere ricoverata in una rehab per curare la dipendenza da alcool e cocaina. Pensate che proprio per quel ruolo ricevette una nomination all’Oscar come miglior attrice e al Premio BAFTA, vincendo il Golden Globe per la migliore attrice in un film commedia o musicale.