Il ritorno in TV

Dal prossimo 15 luglio alle 8:10 di ogni mattina torna su Italia 1 “Piccoli problemi di cuore”uno dei cartoni più amati degli anni ’90.

La storia di Miki e Yuri (Yū in versione originale) nasce come manga intitolato Marmalade Boy e pubblicato per la prima volta in Giappone nel 1992. Dal manga ne fu tratto l’omonimo anime trasmesso in Italia a partire dal 1997 con il titolo Piccoli problemi di cuore.





I tagli della versione italiana

Non tutti sapranno, forse, che la versione italiana del cartone venne molto ritoccata, tanto che alcuni la considerano addirittura una serie reinventata made in Italy. Partendo dal ritocco al titolo, Piccoli problemi di cuore è stato creato dagli adattatori italiani con il benestare e la collaborazione dell’autrice e della casa di produzione giapponese, al fine di ottenere un prodotto che potesse essere venduto e trasmesso in Italia. L’adattamento italiano è composto da 63 episodi contro i 76 della serie originale, che da noi non sono mai stati trasmessi e risultano tuttora inediti

In totale sono stati rimossi ben 152 minuti, 114 nella prima stagione e 38 nella seconda, e questo ha comportato brusche interruzioni tra la fine e l’inizio di ogni episodio; alcune parti, infatti, sono state unite ad altre per portare la durata dell’episodio riadattato ai consueti 24 minuti.

Per offrire un prodotto fruibile senza problemi anche da un pubblico più piccolo, vennero eliminati tutti i riferimenti allo scambio di coppia e ad una parte del racconto che allude ad un possibile incesto che interessa il personaggio di Yuri. Il ragazzo sa che l’uomo con cui ha sempre vissuto non è il suo vero padre, perciò decide di mettersi in cerca di suo padre biologico; per una serie di equivoci inizia a pensare che si tratti proprio del padre di Miki, e questa possibilità renderebbe i due innamorati fratelli.

A subire delle modifiche sono state anche le musiche: alcune canzoni cantate sono state sostituite dalla rispettiva versione strumentale, altre invece sono state scritte ed interpretate da Nicola Bartolini Carrassi, principale creatore dell’adattamento, altre sono state cantate assieme ad Emanuela Pacotto (voce di Meiko/Mary), a Simone D’Andrea (voce di Yū/Yuri) e a Nadia Biondini.