Secondo quanto riferito dai media americani, il giovane ragazzo che aveva accusato Kevin Spacey di molestie sessuali ha ritirato, di propria volontà, la denuncia ai danni dell’attore. A farlo sapere sarebbe stato il suo avvocato. Ancora non sono state chiarite le ragioni di questo dietrofront, ma sicuramente ora le cose per Spacey, che rischiava fino a cinque anni di carcere, si mettono di gran lunga meglio.

Le presunte molestie

A denunciare Kevin Spacey per molestie è stato un ragazzo all’epoca diciottenne, figlio di una conduttrice della Boston TV Heather Unruh. Il giovane lavorava come cameriere in un bar di Nantucket, un’isola a sud dello stato del Massachusetts), e accettò di farsi comprare da Spacey diverse bevande alcoliche, forse mentendo sull’eta’ (minimo 21 anni), e di farsi poi accompagnare a casa. Le molestie sarebbero avvenute lungo il tragitto e sarebbero state riprese dalla presunta vittima sul cellulare.




L’avvocato di Spacey, tuttavia, ha messo in dubbio la credibilità dell’accusatore, mettendo agli atti che la vittima ha cancellato diversi messaggi e fotografie scambiate con Spacey che avrebbero dimostrato l’innocenza dell’attore. Il legale ha chiesto quindi al giudice una copia “completa e non alterata” dei dati del telefono del cameriere, che però non è mai stata mostrata.

Nell’ottobre del 2017 Spacey ha fatto coming out, dichiarando la sua omosessualità. Da allora, è finito al centro del versante gay dello scandalo delle molestie sessuali a Hollywood, con oltre 30 uomini che hanno accusato di molestie l’ex protagonista di ‘House of Cards”, nonché premio Oscar per “American Beauty”.