Rain Man – L’uomo della pioggia è sicuramente uno tra i film drammatici anni ottanta più amati. Uscito nel 1988, si aggiudicò ben 4 premi Oscar (miglior filmmiglior regiamiglior attore protagonista e miglior sceneggiatura originale) e ancora oggi ne apprezziamo la sua efficacia emotiva, bilanciata ad un divertente umorismo da road movie

La pellicola vede protagonisti Tom Cruise, fresco del grande successo ottenuto poco tempo prima con Top Gun e Dustin Hoffman, all’epoca già considerato tra i migliori attori in circolazione grazie a film come Il LaureatoUn uomo da marciapiedeKramer contro Kramer Tootsie. Grazie all’interpretazione dell’autistico Raymond Babbitt, Hoffman suggella con Rain Man la sua importante carriera, vincendo il suo secondo Oscar. 





Valeria Golino attrice oltreoceano

Un aspetto che rende il film diretto da Barry Levinson ancora più particolare ai nostri occhi è il fatto che la protagonista femminile che fa da spalla a Cruise e Hoffman sia un’attrice italiana: Valeria Golino. Negli anni ottanta, ruoli del genere ricoperti da attrici nostrane non erano propriamente frequenti, invece a spuntarla fu proprio la Golino, all’epoca una giovanissima ventitreenne. L’attrice recita in lingua inglese ovviamente, interpretando Susanna, la fidanzata di Charlie/Tom Cruise. Sarà proprio lei protagonista di una delle scene più divertenti (e anche tenere) del film, ovvero quella del suo bacio in ascensore con Raymond. Insomma, quante attrici italiane possono vantarsi di aver baciato Tom Cruise e Dustin Hoffman in un solo film? 

Comunque, forse non tutti sanno che dal 1988 al 2000 Valeria Golino ha vissuto a Los Angeles, prendendo parte ad altri film importanti di produzione americana. Tra questi, Lupo solitario (1991) e la serie di film comici Hot Shots! (1991) e Hot Shots! 2 (1993) dove recita accanto a Charlie Sheen. Pensate che nel 1990 arrivò anche alle selezioni finali di Pretty Woman, per poi venire battuta da Julia Roberts, che le soffierà la parte anche l’anno successivo nel film Linea mortale.




La galanteria e i regalini di Tom Cruise

Ritornando a Rain Man, Valeria Golino ha di recente ricordato con tenerezza la sua interpretazione nel corso di un’intervista al programma radiofonico I Lunatici, dove ha raccontato: 

“Nonostante siano passati più di 30 anni, è ancora un bellissimo film che si lascia guardare. Non sembra così datato. Io ero piccolina, rivedendomi mi faccio un po’ tenerezza. Su quel set ero l’unica cialtrona. Gli altri invece erano tutti preparatissimi e disciplinatissimi. Io molto meno. Un po’ quel film mi ha insegnato che questo lavoro non è solo istinto e inconsapevolezza. Ho cominciato da lì in poi ad essere un po’ più attenta e più seria nelle mie scelte. In questo senso mi è servito, è stato pedagogico.”

L’attrice ha poi anche raccontato del suo rapporto con Tom Cruise:

Mi portava dei regali, dei bigliettini sul set. Era galante, gentile, ma non mi corteggiava, non ci stava provando. Era sposato, sembrava innamorato di sua moglie anche se poi dopo meno di un anno hanno divorziato. Con me era gentile, dolce, affettuoso, per niente marpione. Poi era un ragazzo di 26 anni, bello come il sole, anche se fosse stato un marpione forse non ci sarebbe stato nulla tra di noi, ma non sarebbe stato un fastidio, ecco.

Rivediamoci alcune scene tratte dal film: