Rivedendo Robocop dopo tanto tempo abbiamo voluto approfondire una delle cose che contraddistingue di più il suo personaggio, il suo costume. Dall’analisi attraverso la visione dei contenuti speciali del blu-ray sono emerse varie storie. Per iniziare tocca dire che esso era composto da dodici pezzi che si univano sul corpo di Peter Weller e fu progettato da Rob Bottin. Vennero realizzati sette modelli in lattice e in alluminio.

Proprio questo fu uno dei grandi problemi che la produzione dovette superare; innanzitutto limitava i movimenti di Peter Weller, per il peso che arrivava quasi a 20 chili; il ritardo della consegna del costume portò dei problemi, infatti la consegna avvenne due settimane dopo il previsto, a riprese già iniziate, lo stesso giorno in cui si doveva girare la prima scena del film. Bottin e i suoi assistenti impiegarono quasi dodici ore per far entrare Peter Weller nel costume, e solo a quel punto all’attore si manifestò la rassegnazione del fatto che tutta la mimica studiata con Moni Yakim per il personaggio era inutile: i movimenti con il costume addosso erano talmente limitati che toccava ricominciare a studiarli da zero. Come si vede dagli speciali l’attore cadde in depressione perchè tutto ciò che aveva costruito sulla fluidità del movimento stava per essere vanificata dal nuovo costume.

Dopo un stop della produzione si ripartì e ricominciarono i problemi sopratutto per il gran caldo. Le riprese erano ad agosto e ciò influiva molto sulla recitazione. Kurtwood Smith (Clarence) disse che non riusciva a lavorare bene ma, vedendo ciò a cui era costretto Weller per recitare, tirava un sospiro di sollievo. Per le scene pericolose erano gli stuntman a indossare altre versioni del costume, modificate per effettuare tutti movimenti necessari. In più il costume di RoboCop era così caldo e pesante che Weller perdeva liquidi e peso, quasi per 1 chilo al giorno. Alla fine un condizionatore d’aria fu stato installato all’interno.  Alla fine delle riprese, la produzione stimò i costi tra i 500.000 e 1.000.000 di dollari.

Qui trovate i video