Potrebbe essere un’altro dei film d’infanzia più amati di tutti i tempi ma Drew Barrymore ha rivelato che un sequel di E.T. L’extraterrestre non accadrà mai. Tra i componenti del cast del film, la giovanissima Drew Barrymore si è trovata al posto giusto nel momento giusto per poter entrare nell’olimpo di Hollywood già a quell’età. 

Nel corso della sua travagliata carriera, a causa di una vita sregolata vissuta da bad girl per qualche anno, Drew Barrymore ha continuato a recitare in film come Mai stata baciata, Scream e Charlie’s Angels, diventando uno dei nomi più famosi dell’industria hollywoodiana. Tuttavia, nonostante si viva l’epoca dei remake e dei reboot, questo tipo di operazione non è e non sarà una priorità per Drew Barrymore.
Nel corso di un’intervista, l’attrice ha chiuso le porte ad ogni possibilità di tornare a interpretare Gertie in un ipotetico sequel:“No, non faremo mai un sequel. E.T. è così com’è. Quella era la filosofia di Steven Spielberg, quindi chi sono io per metterla in discussione?”.




Drew Barrymore ha spiegato il perché non si sia pensato ad un sequel già all’epoca:“Nei primi anni ’80 non si parlava molto di sequel, non rientrava nella filosofia dell’epoca. Ma Steven non ha mai voluto farlo perché sentiva che quello che aveva fatto era proprio quello che doveva essere”.
Sembra fin troppo semplice immaginare una trama per un sequel di E.T., con l’alieno che torna sulla Terra per vedere Elliot, Michael e Gertie.
Steven Spielberg ci giocò su già all’epoca, nel 1982, quando realizzò nove pagine di E.T. II: Nocturnal Fears
Ma c’era qualcosa, in E.T. L’extraterrestre, che s’incastrò perfettamente con l’immaginario degli anni ’80. Mentre un franchise come Lo squalo è stato spremuto fino alla fine anche negli anni successivi e alcuni dei suoi film hanno trovato nuova linfa e un franchise rinvigorito (vedi Jurassic Park) la commovente storia di un extraterrestre perduto potrebbe non avere più lo stesso fascino al botteghino che ebbe in quegli anni.




Drew Barrymore ottenne il ruolo di Gertie in E.T. L’extraterrestre quando aveva sette anni e conquistò immediatamente tutti con l’adorabile interpretazione della sorella di Elliot. Anche se si dichiara profondamente grata a E.T. non sembra che sia particolarmente rattristata per il fatto di non vedere un sequel con Elliot e Gertie adulti. Come affermano sia Spielberg che Barrymore, non ci sarebbe niente di peggio che rovinare il ricordo del primo film, il che significa che non ci sarà mai un sequel di E.T. finché Steven Spielberg avrà voce in capitolo.

(fonte: everyeye.it)