Esattamente il 29 luglio del 1994 The Mask arrivava nei cinema statunitensi. Il film segnava anche l’esordio di Cameron Diaz, bellissima compagna di Jim Carrey nel film. 


The Mask – Da zero a mito (The Mask) è un film comico statunitense del 1994 diretto da Chuck Russell, tratto liberamente dall’omonimo personaggio dei fumetti creato nel 1989 da John Arcudi e Doug Mahnke. La sceneggiatura è di Mike Werb, il soggetto è di Michael Fallon e Mark Verheiden, mentre il montaggio è stato affidato ad Arthur Cobarn.




Interpretata come una satira sul doppio, la storia di The Mask può essere considerata una rilettura postmoderna del romanzo Lo strano caso del dottor Jekyll e del signor Hyde di Robert Louis Stevenson. Interpretato da Jim Carrey e, nella sua prima apparizione cinematografica, da Cameron Diaz, il film ottenne un tale successo da portare l’anno successivo alla realizzazione di una serie televisiva animata e di un videogioco con lo stesso nome.


Il budget del film è stato di circa $18.000.000. 

In USA ha incassato nel primo weekend $23.117.000, e totalmente circa $110.191.000. Nel resto del mondo circa $231,644,677 e complessivamente in tutto il mondo un ottimo incasso di circa $343,900,000.


Il film fu anche un successo di critica. Sul sito Rotten Tomatoes detiene un 77% di gradimento basato su 52 recensioni professionali, con un voto medio di 6.4/10.[2] Il critico Roger Ebert diede al film 3 stelle su 4 sul Chicago Sun-Times, definendo anche la performance di Jim Carrey “gioiosa”


Un anno dopo l’uscita del film furono prodotti un’altrettanto celebre serie televisiva animata e un videogioco omonimi. La Hasbro ha inoltre realizzato delle action figure e pupazzi sui personaggi del film.

  • Nei titoli di testa, il regista è accreditato con il suo vero nome, Charles Russell.
  • L’edificio in cui si trova il garage “Ripley Auto Finishing” è il solito usato in Ghostbusters (1984) e Ghostbusters II (1989) dove gli acchiappafantasmi hanno il loro quartier generale.
  • Il nightclub che frequenta Jim Carrey con la speranza di attrarre Cameron Diaz porta il nome di “Coco Bongo”. Coco Bongo è anche il nome del bar in cui Peter Appleton (Jim Carrey) nel film The Majestic (2001) va dopo aver perso il lavoro. Coco Bongo è anche il nome del nightclub di Jim Carrey a Cancún, Messico.
  • La scena in cui The Mask tira fuori dalla tasca un preservativo usato e dice: “ops, ho sbagliato tasca!” è stata improvvisata da Jim Carrey.
  • Durante le scene di canto Cameron Diaz è doppiata da Susan Boyd.
  • La dentatura gigantesca di Mask era stata concepita solo per le scene prive di dialogo, tuttavia Jim Carrey imparò presto a parlare con quei dentoni rendendo le scene ancora più divertenti.
  • Nella versione italiana del film, The Mask pronuncia la parola “Sfumeggiante!” (un adattamento dell’originale “Smokin’!“) e non “Spumeggiante!” come molti credono. Ciò è stato confermato dal doppiatore Pino Quartullo nel corso di un’intervista col giornalista Marco Bonardelli per la sua rubrica web Luci della ribalta.



Jim Carrey si rifuitò di girare il sequel perché la sua esperienza nel film Ace Ventura – Missione Africa gli fece capire che interpretare due volte lo stesso personaggio non gli offriva stimoli come attore.