Facciamo tanti auguri di buon compleanno ad un celebre nome di Hollywood che oggi spegne 73 candeline: Tim Curry

Come una serie di tributi online attestano, Curry è uno degli attori più acclamati della sua generazione. Famoso attore-cantante-compositore, Tim si aprì le porte del successo con il musical rock The Rocky Horror Show di Richard O’Brien, nel ruolo dello scienziato pazzo travestito Frank -N- Furter, interpretato nel 1975 anche nella sua trasposizione cinematografica diretta da Jim Sharman. Una performance memorabile da parte di Tim Curry, che ottenne forti riconoscimenti da critica e pubblico.





Alternando la sua carriera tra teatro e cinema, Tim Curry vanta altre svariate celebri interpretazioni cinematografiche, tra cui il cardinale Richelieu de I tre moschettieri (1993), il professore di linguistica in Oscar, l’arguto maggiordomo Wadsworth in Signori, il delitto è servito, Tenebra, il malefico Signore delle Tenebre in Legend (1985), e soprattutto l’inquietante clown assassino Pennywise nella miniserie tv It (nel 1990), tramite il quale spaventò a morte un’intera generazione. 

Ricordiamo la partecipazione di Curry anche in Mamma, ho riperso l’aereo: mi sono smarrito a New Yorknel quale veste i panni del receptionist dell’hotel. 

L’ultimo film in cui è apparso risale al 2010, mentre nel 2016 partecipa al film per la tv The Rocky Horror Picture Show: Let’s Do the Time Warp Again come narratore.




L’ictus del 2013 

Non tutti sanno, forse, che il 24 maggio 2013 l’attore è stato vittima di un brutto ictus, in seguito al quale venne ricoverato in gravi condizioni. Fu ricoverato in prognosi riservata e le sue condizioni, dissero, erano disperate. 

Dopo una lunga riabilitazione, fece la sua prima apparizione pubblica dopo l’ictus nel 2016 alla premiazione dei Tony Awards per ritirare un premio alla carriera. Costretto su una sedia a rotelle in quanto impossibilitato a camminare, l’attore ha dimostrato di non aver perso il suo senso dell’umorismo, seppur in una brutta situazione, come ha dimostrato quella sera. Nel ritirare il “The Actors Fund Lifetime Achievement Award”, un fondo pensione alla carriera, ha infatti sdrammatizzato: Penso che questa organizzazione sia meravigliosa ed il fondo sia molto vantaggioso, ma spero di non doverlo mai utilizzare”.

Facciamo ancora tanti auguri a Tim Curry, augurandogli il meglio.