L’Academy of Motion Picture Arts and Sciences (A.M.P.A.S), l’organizzazione americana nota in tutto il mondo per l’assegnazione dei premi Oscar, ha deliberato di aver espulso Bill Cosby e Roman Polanski dalla loro membership. 

Il consiglio composto dai membri più importanti ha votato per l’espulsione “in conformità con gli standard di condotta dell’organizzazione”. Nella dichiarazione hanno aggiunto che “il Consiglio si impegna nell’incoraggiare modelli etici e nell’avere membri che portino alti i valori di rispetto per la dignità umana”.




La decisione è arrivata diversi giorni dopo la fine del processo ai danni di Bill Cosby, condannato per molestie e violenze sessuali. La condanna è arrivata dopo tre denunce ufficiali, anche se più di 60 donne in totale hanno accusato l’ex comico e ex star della tv.

Il regista Roman Polanski, invece, nominato ben cinque volte dall’Academy Award e anche vincitore del premio Miglior Regista nel 2003 per Il Pianista ha una lunga storia di accuse, iniziata nel 1977 quando venne accusato di “violenza sessuale con l’ausilio di sostanze stupefacenti” ai danni di una ragazzina di tredici anni, Samantha Geimer, modella. L’uomo si dichiarò colpevole e venne incarcerato per più di un mese. Dopo il carcere, Polanski si rifugiò in Europa, con l’estradizione negli Stati Uniti. Contro Polanski, oggi 85enne, ci sono anche dichiarazioni di almeno tre donne, nonostante il regista continui a proclamarsi innocente.