Sabato sera, durante il concerto degli U2 alla Mercedes-Benz Arena di Berlino, Bono, il front man della band ha perso la voce, portando all’annullamento dello show.

Il fatto si pensa possa essere dovuto al fumo diffuso sul palco dai macchinari degli effetti. Dopo aver concluso con fatica la canzone che stava cantando, “Red Flag Day”, Bono ha spiegato il problema, dicendo che sembrava di essere in un «sigaro gigante». Ha detto che non sapeva cosa fare, visto che fino a dieci minuti prima andava tutto bene, e ha provato a cominciare “A Beautiful Day”, una delle canzoni più famose degli U2. Ha dovuto però interrompere il concerto, chiedendo scusa e dicendo che doveva accertarsi di quale fosse il problema. «Se volete andare a casa va bene, suoneremo per voi un’altra volta».




Sul sito ufficiale della band irlandese si legge in una nota: “Siamo dispiaciuti per la cancellazione di stanotte”

“Non sappiamo cosa sia successo e abbiamo consultato il medico”, riferiscono ancora gli altri membri degli U2. “Come sempre, apprezziamo la comprensione del nostro pubblico e il sostegno dei nostri fan a Berlino e quanti hanno viaggiato fin qui da lontano”. “Vi aggiorneremo molto presto”, concludono i tre riferendosi alla programmazione di una nuova data.

Speriamo che Bono si riprenda bene in vista di ottobre, dato che sono previsti quattro concerti degli U2 al Mediolanum Forum di Assago.