Sono trascorsi più di 20 anni dall’ultima volta in cui Yasmine Bleeth ha indossato il classico costume rosso sul set di Baywatch. Lei era Caroline Holden, bagnina della serie, e spenti i riflettori televisivi la sua vita ha subito un drastico calo, tra problemi con la legge e l’abuso di cocaina.




Soprannominata Yaz, il padre, Philip Bleeth, era un fotografo statunitense nato in una famiglia ebraica di origini russe e tedesche, mentre la madre, Carina, era una modella statunitense di origini franco-algerine, morta nel 1989 per un cancro al seno, motivo per cui Yasmine ha fatto ingenti donazioni per la ricerca sul cancro. È conosciuta soprattutto per avere fatto parte del cast del telefilm Baywatch, nel ruolo di Caroline Holden, per quattro anni. Ha partecipato inoltre anche alla serie di Don Johnson Nash Bridges. Nel 2002 si è sposata con Paul Cerrito, proprietario di strip club.




Nel 2001 sarebbe stata arrestata per possesso di sostanze, e da lì in poi per l’attrice ci sarebbe stata solo un’incessante discesa nell’inferno. Dopo esser stata condannata a 2 anni di carcere per possesso di cocaina, nel 2002 ha sposato un uomo proprietario di uno strip.

“Page Six” in un tweet ha pubblicato le foto più recente della Caroline di Baywatch nel sud della California in compagnia del suo cane. È sola, non ha nessuno. Il suo aspetto non è più quello di un tempo. A 51 anni, è una donna in sovrappeso, irriconoscibile rispetto ai fasti di un tempo e molto devastata dagli eccessi.