Dopo più di 40 anni ancora sentiamo parlare di Rocky e dei suoi film. Il motivo è semplicissimo, è un film capolavoro e tutti i seguiti hanno sempre suscitato in tutti gli spettatori un grande entusiasmo. Ma la domanda è? Chi fu il pugile che ispirò Stallone per Rocky Balboa?, il suo nome era Chuck Wepner.





CHUCK WEPNER

Chuck Wepner, all’anagrafe Charles Wepner, (Bayonne, 26 febbraio 1939) è un ex pugile statunitense.

Soprannominato the Bayonne Brawler (“l’azzuffatore di Bayonne”) e the Bayonne Bleeder (“il sanguinante di Bayonne”) fu un pugile di discreta fama e fisico imponente. Viene ricordato soprattutto per aver ispirato il personaggio di Rocky Balboa ad un Sylvester Stallone alle prime armi come attore e sceneggiatore, per questo motivo è noto anche come il “Vero Rocky“.

Venne notato dallo storico organizzatore Don King, che il 24 marzo 1975 organizzò a Richfield, nei pressi di Cleveland (Ohio), un incontro tra il pugile americano e il campione, Muhammad Ali: in palio il titolo mondiale dei pesi massimi.




Le statistiche erano tutte contro di lui: nessuno avrebbe scommesso un soldo su un pugile semisconosciuto contro il mito di sempre della boxe. L’incontro cominciò con una progressione di pugni di Ali, che scaricava con forza tutti i suoi colpi, ma nonostante ciò Wepner resisteva. I round passavano ma, gli attacchi di Ali non buttavano giù l’avversario, che era un gran incassatore. Alla nona ripresa Wepner pestò involontariamente il piede destro di Ali mentre lo colpiva con un destro al petto, causando lo sbilanciamento del campione che finì a terra.

Ali si rialzò rabbiosamente e per cinque riprese di seguito massacrò di colpi Wepner, che continuava a rimanere in piedi. A pochi secondi dal termine dell’ultima ripresa Ali mise nuovamente Wepner al tappeto, il pugile si rialzò quando il conteggio era arrivato al numero sette, ma l’arbitro vedendo le condizioni di Wepner decise di interrompere l’incontro e Ali vinse per KO tecnico alla 15ª ripresa. Nonostante ciò Wepner fece una gran figura resistendo 15 riprese.




Il suo combattimento contro Ali ispirò il giovane alla ricerca di nuove idee per scrivere nuove sceneggiature, per il suo film Rocky del 1976.

Ecco così che Wepner diventa Rocky Balboa e Muhammad Ali si trasforma in Apollo Creed, dando vita al primo episodio della saga cinematografica.