Il rocker aveva 52 anni ed era in tour con i Soundgarden. Ignote le cause. L’agente: “Evento improvviso e inaspettato”.

Il mondo del rock è sotto choc per la morte “improvvisa e inattesa” di Chris Cornell, il cantante degli Audioslave e dei Soundgarden. Il musicista è morto questa notte a Detroit, mentre si trovava in tour con i Soundgarden. Ne ha dato notizia il suo agente Brian Bumbery, parlando con l’agenzia americana Associated Press. Cornell aveva 52 anni.

L’ultimo post sul profilo Twitter dell’artista risale alle 20:06 di Detroit, (le 2:06 in Italia). Ancora ignote le cause della morte mentre la famiglia chiede di rispettare la sua privacy aggiungendo che “collaborerà a stretto contatto con le autorità mediche per stabilire le cause della morte”.



Dopo lo scioglimento dei Soundgarden nel 1997, Cornell si dedica al suo primo album in veste di solista: nel 1999 esce Euphoria Morning, promosso dalla critica mondiale ma bocciato nelle vendite. Successivamente prende parte ad alcuni progetti minori, fino a unirsi nel 2001 agli strumentisti dei Rage Against the Machine orfani del cantante Zack De La Rocha che aveva abbandonato la band nel 2000. Assieme a loro dà vita al gruppo degli Audioslave, pubblicando i tre album Audioslave (2002), Out of Exile (2003) e Revelations (2006). Esce dal gruppo per divergenze artistiche il 17 febbraio 2007 e gli Audioslave di conseguenza si sciolgono.

Nel 2006 compone You Know My Name, canzone dei titoli di testa del film Casino Royale. Il brano verrà incluso nel suo secondo album solista, Carry On, uscito il 28 maggio 2007.




Nel 2008 è stato pubblicato il singolo Part of Me, prodotto da Timbaland e primo estratto dal terzo album del cantante, Scream. Chris Cornell partecipa negli album Slash dell’omonimo chitarrista (già nei Velvet Revolver e nei Guns N’ Roses), uscito nel febbraio 2010, e in Guitar Heaven: The Greatest Guitar Classics of All Time di Carlos Santana, uscito nel settembre 2010.

Il 1º gennaio 2010 annuncia sul suo sito ufficiale la riunione dei Soundgarden, con i quali tra l’altro ha registrato il brano Live to rise contenuto nella colonna sonora del film The Avengers.

Chris Cornell lascia tre figli: la prima, Lillian Jean Cornell, avuta dalla prima moglie Susan Silver. Con la seconda moglie Vicky Karayiannis ha avuto una figlia, Toni (2004) e un figlio, Christopher Nicholas (2005).

Soltanto poche ore prima del decesso Cornell aveva tenuto un concerto con i Soundgarden al Fox Theater di Detroit. Venti canzoni nelle quali la sua voce non aveva tradito problemi.