Il 22 settembre è un anniversario particolare: in questa data, nel 1994, veniva trasmessa la prima puntata di Friends, il telefilm che tutti, almeno una volta nella vita, abbiamo visto.
Jennifer Aniston, Courteney Cox, Lisa Kudrow, Matt LeBlanc, Matthew Perry e David Schwimmer hanno iniziato la loro carriera partendo da qui e sembra che la serie, oltre ad averli resi famosi, li abbia anche resi potenzialmente immortali o eternamente giovani.




Friends è entrato nella storia delle serie TV: quante, dopo di loro, si sono incentrate sulle avventure di gruppo di giovani ragazzi? Vi butto lì qualche nome famoso, così come mi arrivano alla mente ora: How I Met Your Mother, The Big Bang Theory per una loro versione più nerd, New Girl e tante altre di cui sicuramente ora mi sto dimenticando. Tipo Dawson’s Creek, con una i vari The O.C. e Gossip Girl che sono susseguiti.

Friends è uno di quei monumenti storici, una di quelle cose che tutti conoscono, che almeno una volta hanno visto: la sigla, i protagonisti nella fontana, la musichetta e così via sono diventate un cult.




In questa serie c’era tutto già nel nome: gli Amici. Perché era quello che ispiravano le serie di quegli anni: l’amicizia. Non avevamo streaming, non avevamo Sky o Netflix, che in un click ora ci scarica la stagione. Avevamo le cassette vergini su cui registravamo e che ci guardavamo tutti insieme. Aspettavamo le puntate dall’America, e poi le guardavamo alla TV, aspettando la pubblicità per andare in bagno. E il giorno dopo ne parlavamo con gli amici, anche se il momento migliore era mettersi davanti alla TV pieni di patatine e schifezze per vederle insieme.