Arriva in sala il nuovo film di Abu-Assad, regista palestinese, con due super star come protagonisti: Kate Winslet e Idris Elba.

Rimasti isolati a seguito di un tragico incidente aereo, due estranei, lei fotografa, lui neurochirurgo, più un dolce Golden Retriever sono costretti ad avvicinarsi per sopravvivere in condizioni estreme tra le nevi di un massiccio montuoso lontano da ogni forma di civiltà. Quando si rendono conto che non arriveranno aiuti, intraprenderanno un difficile viaggio attraverso migliaia di chilometri nella natura selvaggia e temperature bassissime, stimolandosi l’un l’altro a resistere e accendendo così un’attrazione inaspettata.




Il domani tra di noi (in inglese The Mountain Between Us) è un godibilissimo film di genere sentimental-survival, nel quale fa da protagonista, oltre l’ottimo duo Winslet-Elba, un suggestivo paesaggio montano molto efficace, in virtù della sua realisticità. Un plauso a tutta la troupe e al cast che ha girato le scene su quelle cime innevate.

La storia inizia con la solita ‘sfiga tremenda’ che speriamo continui ad accadere solo nei film: l’aereo che di partenza non si doveva prendere si va a schiantare nel bel mezzo del nulla, dove tutto ciò che si vede è il bianco dei ghiacciai; lo sfortunato pilota di turno ci lascia le penne mentre i due protagonisti, insieme ad un altrettanto (s)fortunato cane, escono vivi dall’impatto, ma sono costretti ad un’estenuante prova di resistenza per sopravvivere. Poi che fai, condividi un’esperienza del genere e fai reprimere i sentimenti? Certo che no, soprattutto se hai una brillante e indipendente fotografa o un avvenente e muscoloso neurochirurgo accanto.




A livello di trama non ci sono passi noiosi, anzi, tutto scorre bene, se non per un lieve rallentamento di ritmo verso la parte centrale del film, mentre purtroppo scade un po’ tutto il finale. Non ci sono inoltre, alti livelli di adrenalina, giusto qualche insidia qua e là, ma ciò su cui si punta è il cammino che porterà i due ad unirsi.

In sintesi, un buon film retto da due attori maturi e convincenti anche in una situazione così drastica. Ottimo da vedere in un pomeriggio invernale!